Costantino Vitagliano, periodo nero dopo il grave lutto “la vita può trascinarti sottoterra”

Costantino Vitagliano
Costantino Vitagliano

Dopo la morte della madre Costantino Vitagliano ha dovuto affrontare un periodo buio, sfugge la tristezza solo per la figlia Ayla

Non si è ancora ripreso dalla morte della madre Costantino Vitagliano, a distanza di quattro mesi il pensiero della signora Rosina gli mette addosso una profonda nostalgia. L’ex tronista di “Uomini e Donne” ha detto che certe volte la vita trascina sottoterra, intendendo con questa frase la sofferenza che sta provando.

Vitagliano sta provando a riemergere e per farlo ricorre alla figlia Ayla, unica sua ragione di vita, e colei che riesce a tirarlo fuori falla tristezza. La figlia è la persona che ama di più al mondo e solo occuparsi di lei lo fa stare meglio. La perdita della madre ha lasciato nell’ex tronista una ferita dolorosa e Costantino sta facendo i conti con un momento molto duro.

La piccola Ayla è la ragione di vita di Costantino Vitagliano

La piccola Ayla, nata dall’amore con Elisa Mariani, è dunque l’unica sua ragione di vita, per la quale ha lottato e grazie alla quale si sta riprendendo. Vitagliano ha trascorso un periodo d’oro, ma come è inevitabile nella vita, arriva il momento in cui si perdono le persone care e tutto sembra svanire.

La perdita della madre, come ha detto lui stesso, gli ha fatto rendere conto di come la vita sia fatta di alti e bassi. Le sofferenze tuttavia si superano con il tempo, che anche se non fa dimenticare porta però serenità e permette di scoprire cose nuove. Costantino è sempre stato una persona curiosa e desiderosa di fare nuove esperienze, di vivere la vita, e adesso sta provando il dolore dopo tanto successo.

Per amore della figlia Costantino sta ritrovando la serenità

Il bisogno di dimostrarsi forte per qualcuno, ovvero per la figlia, ha permesso a Costantino di uscire a poco a poco da dolore profondo lasciato dalla perdita della madre. La necessità di dare serenità alla figlia ha spinto Costantino a reagire, a mettere da parte il dolore per dedicarsi a colei che ha bisogno della sua vicinanza e sostegno.

La nascita di Ayla è avvenuto proprio nel momento in cui alla madre di Vitagliano era stato diagnosticato un male. E’ stata la presenza della figlia a fargli accusare meno il colpo, e adesso, sempre grazie ad Ayla, sta superando la sofferenza della perdita della madre.

 

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!