Gravissimo lutto a Uomini e Donne, la straziante perdita dell’ex tronista: ‘Non lo accetto…’

Lutto Uomini e donne
Lutto Uomini e donne

Grave lutto per Luigi Mastroianni

Nelle ultime ore Luigi Mastroianni è stato colpito da un gravissimo lutto. A rendere la triste notizia è stato lo stesso ex tronista di Uomini e Donne, attraverso delle Stories di IG, facendo sapereche due suoi cari amici sono venuti a mancare a seguito di un incidente stradale.

Si tratta di due giovanissimi compaesani di Palagonia, il suo  paese natio. L’ex fidanzato di Irene Capuano è, attraverso il social è apparso molto scosso e provato di quello che è accaduto in Sicilia. In più per rispetto verso le famiglie dei due ragazzi deceduti, ha deciso di oscurare per un giorno intero la propria immagine dell’account Instagram.

Lo straziante messaggio di cordoglio su Instagram

“Io vengo da Palagonia, un paese in provincia di Catania. Dico che sono di Catania, ma in realtà sono un ragazzo di paese. Spesso dico Catania per semplificare il tutto. Sono venuto a conoscenza che oggi, a distanza di otto ore, sono morti due miei concittadini, due miei amici, diciamo persone che conosco. Essendo di zona conosco tutti…”,

ha scritto Luigi Mastroianni sul suo profilo Instagram. A quel punto l’ex tronista di Uomini e Donne ha mostrato tutta la sua rabbia:

“Sono morti un ragazzo di 17 anni e uno di 22. Uno è morto stanotte sbattendo contro un muro con la macchina con degli amici al rientro da un locale. E l’altro è morto oggi pomeriggio mentre faceva un giro in moto o in motorino. Mi fa rabbia, mi fa rabbia perché ci sta tutto… il bicchiere, il divertimento, l’euforia per l’età… Però non si può morire a 17 e a 22 anni per queste caz….te”.

Il disperato appello su IG di Luigi Mastroianni

L’ex fidanzato di Irene Capuano non si dà pace e per questo motivo ha voluto fare un appello su Instagram:

“Non lo accetto, mi fa rabbia. Vi voglio far riflettere su questa cosa, anch’io ho fatto le mie caz…te e mi è andata bene tra virgolette… Ma non vale la pena perdere la vita per un bicchiere, per un sorpasso, per camminare a 50 km/h in più… Non si può morire a questa età per questi motivi. Vi prego riflettete”.

Ora non rimane che chiarire le dinamiche dell’incidente stradale che hanno causato il decesso di due giovani vite.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!