Combattiamo freddo e malanni con il vin brulè!

Il vin brulè: come si prepara e perchè fa bene.

Arriva l’inverno, le temperature si abbassano… cosa c’è di meglio per scaldarsi del classico e gustoso vin brulè ?

Questa bevanda ha origini molto antiche ed è molto meno alcolica di quanto si pensi, in quanto la maggior parte dell’alcool evapora quando si brucia. Inoltre, gli ingredienti con cui viene preparato, sono un valido aiuto per contrastare i malanni invernali.

Vediamo quindi come si prepara e perché fa bene alla salute:

Portate ebollizione in un pentolino:

  • Vino rosso 1 Lt. : i cui tannini svolgono un azione antivirale
  • Cannella (2 stecche) : spezia conosciuta fin dall’antichità, citata nella Bibbia e in molti testi classici grechi e latini, ha un forte potere antiossidante. Contiene tannini ed è antibatterica, antisettica sui disturbi dell’aparato respiratorio, l’olio essenziale risulta essere anche antimicotico per uso esterno. Inoltre ricerche scientifiche attribuiscono a questa spezia numerose altre proprietà regolatrici su glicemia e pressione sanguigna
  • Zenzero 1 pizzico: Pianta provvista di rizoma (usato solitamente essiccato in polvere) contenente principi attivi antinfiammatori, antiossidanti e antipiretici. Inoltre stimola la digestione e combatte nausea e vomito. Nella medicina popolare lo zenzero, nelle tisane, è storicamente usato per trattare infiammazioni, tosse e raffreddore
  • Chiodi di garofano 8 : di provenienza asiatica, è il bocciolo essiccato di un albero (Eugenia caryophyllata). Contengono tannini e flavonoidi dal potere analgesico e quindi indicati per lenire infiammazioni cutanee e il famigerato mal di denti per uso esterno. Dal potere Anestetico, antimicrobico, tonico, antiossidante e facilitano il transito intestinale per uso interno.
  • Noce moscata ½ grattuggiata : antisettica, attenua nausea, vomito e diarrea. Migliora la digestione.
  • Anice stellato 1: di origini asiatiche, se ne usano i frutti e tra le sue proprietà principali troviamo quelle digestive, carminative e balsamiche essendo rico di anetolo, flavonoidi e polifenoli. (usare in piccole dosi!)
  • Scorze di limone e/o arancia: ricche di fibre, calcio e vitamina c. Inoltre contengono un’altissima quantità di flavonoidi e l’olio essenziale è efficacissimo nel contrastare le malattie infettive. Per le sue proprietà antivirali ed antisettiche, il succo di limone si utilizza anche in varie affezioni della pelle e in numerosi cosmetici.
  • Zucchero 200 gr. o miele : alimento energetico, il miele contiene vitamine, oligominerali e sostanze antibiotico-simili che svolgono azione calmante per la tosse, protettiva per l’apparato digerente e antianemica. Esistono molti tipi di mieli dalle varie proprietà.
  • A seconda dei gusti, è possibile aggiungere una mela a rondelle sottili.

Mescolate il composto e lasciatelo sobbollire 5 minuti, finché lo zucchero si è sciolto.

Per eliminare ancora un po’ di alcol dalla bevanda, avvicinate una fiamma alla superficie del vino: compariranno delle fiamme blu che si spegneranno da sole.

Filtrate il tutto e servite ben caldo, già solo respirarne i vapori aiuta ad alleviare il raffreddore.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!