Alla Ricerca di Nemo: viaggio tra le curiosità del film in onda questa sera

Alla Ricerca di Nemo: curiosità sul film
Alla Ricerca di Nemo

Alla Ricerca di Nemo: le curiosità sul film

Appuntamento su Rai Due questa sera con Alla Ricerca di Nemo, tra i film targati Disney Pixar meglio riusciti. Basato sulle vicende dell’omonimo pesce pagliaccio e dell’indimenticabile pesciolina blu Dory, ha stregato grandi e piccini, tanto da far arrivare un sequel dopo ben tredici anni dalla sua uscita nelle sale.

Pensate di conoscere tutto quanto sulla splendida pellicola? Scopriamolo insieme! Alla Ricerca di Nemo è la prima opera della celebre casa di animazione a non essere ambientato negli Stati Uniti, e nel nome fa riferimento al capitano Nemo di 20.000 Leghe Sotto i Mari. Lo stesso pesciolino fece una breve apparizione in Monsters and co. due anni prima di avere una storia tutta sua, in parte autobiografica.

Difatti, la natura iperprotettiva di Marlin trae ispirazione da quella del regista Andrew Stenton, il quale, quando portava il figlio al parco, era estremamente preoccupato che potesse ferirsi. Nel momento in cui realizzò che esserlo non lo avrebbe reso un buon padre, trovò il modo di inserirlo nella trama.

Cosa si nasconde dietro ai disegni

Per riprodurre la barriera corallina, i disegnatori di Alla Ricerca di Nemo seguirono tre idee: gli oggetti verticali dovevano essere molto alti, quelle orizzontali abbastanza piatte e i massi tondeggianti. I gusci delle tartarughe rimandano volutamente a vere e proprie maglie hawaiane. Nella scena dove Marlin e Dory presidiano la colonia delle Meduse, le meduse sono oltre 74mila!

Alla Ricerca di Nemo: i riferimenti al mondo Pixar

L’anemone – casa di Marlin e Nemo – l’hanno animata sfruttando la stessa tecnologia impiegata per la realizzazione dei peli di Sully. Inoltre, Darla, la bambina pestifera che infastidisce i pesci dal dentista, porta il nome di Darla Anderson, la produttrice di Monsters and Co.

E da prassi si registrano vari camei dal mondo Pixar, tra cui Buzz Lightyear, e il bambino nella sala d’attesa dello studio dentistico sta leggendo un fumetto con protagonista Mr. Incredible. Infine, Megan Mullally doveva ottenere inizialmente una parte, ma non venne confermata rifiutandosi di replicare la voce che l’ha resa celebre nel telefilm Will & Grace.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!