‘Come una suora, non mi sfiora da mesi…’: Rosa Perrotta, la crisi con Pietro Tartaglione?

Rosa Perrotta è Pietro Tartaglione in crisi? L’intervista al magazine Chi 

Nel nuovo numero di Chi, il settimanale di gossip diretto da Alfonso Signorini è riportata una lunga intervista a Rosa Perrotta. Da qualche mese l’ex tronista di Uomini e Donne è diventata madre del piccolo Domenico, messo al mondo dalla relazione sentimentale con Pietro Tartaglione. Parlando col giornalista l’ex naufraga dell’Isola dei Famosi ha rivelato un aneddoto molto intimo che riguarda il suo compagno di vita.

“C’è un calo del desiderio allucinante. Il mio uomo ne soffre, all’inizio credeva fossimo in crisi, ma è come se il mio corpo appartenesse solo a mio figlio”,

ha confessato la donna che di recente ha vinto il torneo Domenica Alive col compagno.

Nessuna vita sessuale tra i due ex protagonisti di Uomini e Donne

Sembra proprio che da quando il piccolo Domenico è entrato nella vita di Rosa Perrotta e Pietro Tartaglione la loro vita intima non è più come prima. Nel corso dell’intervista al magazine di gossip Chi, l’ex tronista di Uomini e Donne ha confessato:

“Oggi mi sento una suora, non è più come prima. Lui non mi ha sfiorata per mesi, anche solo una carezza mi faceva infuriare”.

Ovviamente di questa condizione ne soffre moltissimo l’avvocato, sperando che la sua compagna possa tornare come in passato.

Il prossimo obbiettivo dell’ex tronista di U&D Rosa Perrotta

Ma non è finita qui, infatti nel corso della lunga intervista per il settimanale di gossip diretto da Alfonso Signorini, l’ex naufraga Rosa Perrotta ha detto anche:

“Devo tornare a essere donna e compagna, dobbiamo recuperare ciò che è nostro. Con calma faremo tutto, anche il matrimonio. Se fosse per lui mi sposerebbe domani”.

Mentre, per quanto riguarda il matrimonio, la ragazza ha confidato che la sua dolce metà convolerebbe a nozze subito:

“Fosse per Pietro mi sposerebbe anche domani. Con calma faremo tutto. E poi vorrei che mio figlio portasse le fedi all’altare“,

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!