Fabio De Luigi, la peggior figura: “Li tamponai mentre scop***no”

Fabio De Luigi: la figuraccia peggiore della sua vita
Fabio De Luigi

Fabio De Luigi svela a Fiorello la peggior figuraccia combinata nella vita

Si è riso talmente tanto con Viva RaiPlay! che certe “perle” quasi sfuggono. In collegamento per Via Asiago 10 (la pillola mattutina dello show, sempre trasmesso sulla piattaforma streaming), Fabio De Luigi ha dato prova di irresistibile simpatia. Un vero e proprio mattatore l’attore comico, nel cuore degli italiani con tante divertenti pellicole.

Sbocciato negli studi di Mai Dire e consacratosi con Love Bugs, anche quando non deve calarsi in altri panni ha sempre la battuta pronta, un’autentica sagoma (in senso buono…), incalzato dall’immarcescibile Fiorello.

Fabio De Luigi ha accettato di farsi ‘intervistare’ anche su temi vagamente imbarazzanti. Ed in particolare un momento ha fatto ridere moltissimo gli ospiti in studio e gli utenti, riversatisi in massa sul web. Con la consueta sfacciataggine, lo showman siciliano ha chiesto a De Luigi quale sia stata la peggior figura combinata in vita sua. Manco a dirlo, l’aneddoto è uno spasso!

Incontro del ‘terzo tipo’

Inizialmente Fabio De Luigi lascia trapelare un certo imbarazzo nel rievocare certi momenti. Si incarta un po’ con le parole, annaspa, ma appena si sblocca è un fiume in piena.

E’ notte e, a bordo della sua auto, guida verso casa. Imbocca una curva e, sfavorito dalla visuale ridotta, va esattamente a tamponare un altro veicolo. Vedendolo fermo crede che gli sia andata bene, andrà avanti e sarà come se nulla fosse successo. Macché! Dopo 5-10 minuti scopre la verità: in quella vettura c’erano due persone che… facevano sesso.

Fabio De Luigi subito… zio

Naturalmente l’attore non se n’era accorto e, credendo fosse semplicemente un mezzo parcheggiato, stava proseguendo la marcia, convinto fosse l’auto dell’amico di suo fratello. Combinato il disastro, perdeva i pezzi della macchina, stile ragionier Ugo Fantozzi. Mentre andava avanti beato, sentì suonare il clacson ed uscirono questi due a sbraitare mentre si rivestivano, fra l’altro persone a lui ben familiari.

In conclusione, dello spassoso siparietto invita a immaginare come abbiano compilato il modulo di constatazione amichevole (CID), fatto a casa sua. E si lascia scappare: in quel momento crede di essere diventato zio!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!