Alessandro Gassman disgustato: “Siete fortunati e spesso ignoranti”

Alessandro Gassman critica i calciatori
Alessandro Gassman

Alessandro Gassman predica umiltà: il figlio del grande Vittorio contesta quei campioni che mancano di rispetto ai bambini

Alessandro Gassman è uno dei migliori attori nel firmamento italiano. Assolutamente un degno erede di Vittorio, autentico mitico italiano a cui la Rai dedicherà un appuntamento in seconda serata (ore 23.25) giovedì 26 dicembre sulla rete ammiraglia. Oltre che per il talento però i fan lo ammirano perché appare sempre con la testa sulle spalle.

Elegante, morigerato e umile, nonostante la famiglia da cui proviene e lo status raggiunto. Qualche giorno fa proprio Alessandro Gassman ha tenuto una ‘lezione morale’ (passateci il termine…) sul giusto atteggiamento da tenere verso gli ammiratori.

In Italia la passione nutrita nei confronti del calcio è straordinaria, quasi una religione. E può capitare che alcuni protagonisti sul rettangolo verde abbiano atteggiamenti altezzosi.

Evidentemente nell’ultimo week-end Gassman Jr. deve aver notato dei comportamenti davvero fastidiosi, a leggere il messaggio scritto sul suo profilo di Twitter, sempre tenuto molto aggiornato. Di solito lo utilizza per raccontare la sua carriera e (in modo ancor più accorto) inviare SOS sui cambiamenti climatici, spesso in prima linea nello smuovere le masse.

Dire sempre grazie

Pochi giorni fa Alessandro Gassman ha preso parola, come detto poc’anzi, sui calciatori, nella fattispecie il rapporto con i bambini, loro calorosissimi sostenitori. Da tradizione, i calciatori compiono il loro ingresso sul terreno di gioco accompagnati dai più piccoli. Un bellissimo gesto di fair-play perché il calcio è pur sempre un gioco.

Rammaricato, ha segnalato gesti poco cordiali nei riguardi dei giovanissimi tifosi: tendono la mano svogliatamente ai bimbi e quasi senza nemmeno guardarli. Dello spazio concesso ne approfitta: mai scordarsi della fortuna avuta e ringraziare sempre. Sono solo dei ragazzi, spesso ignoranti, che corrono dietro ad una palla. Meglio ricordarselo.

Alessandro Gassman: tutti con lui

La critica ha catturato l’attenzione dei follower, totalmente favorevoli. È fondamentale non perdere il contatto con la realtà, apprezzare ogni giorno il privilegio goduto, anche perché, secondo tanti, gli stipendi offendono il decoro comune. A chi, glielo fa notare, Gassman riconosce che gli stessi attori e cantanti dovrebbero mostrarsi sempre gentili.