‘Ho sofferto tanto quando è morto…’: L’Eredità, la confessione su Flavio Insinna e il compianto Fabrizio Frizzi

Flavio Insinna

Elena Arosio e il suo rapporto speciale con Flavio Insinna

Nel nuovo numero del magazine TVMia è contenuta una lunga intervista a Elena Arosio, ex professoressa de L’Eredità, il game show di Rai Uno. La donna si è confessata su vari argomenti, parlando di lavoro, vita privata e raccontando degli aneddoti su Flavio Insinna e Fabrizio Frizzi. Sull’attore romano ha detto:

“Lo considero come uno di famiglia. Da quando ho avuto il bambino, si informa sempre su come sta. E’ molto gentile, come tutta la quadra del programma d’altronde”.

Poi ha confessato anche che il quiz le manca moltissimo perché c’era un clima davvero bello. Tuttavia la Arosio è sempre felice di essere a casa a godersi il figlio Filippo. Da quando è nato, è al settimo cielo anche il marito Paolo. Poi ha anche menzionato il precedente conduttore del game show che purtroppo a causa di un brutto male ci ha lasciato troppo presto.

L’ex professoressa de L’Eredità ricorda il compianto Fabrizio Frizzi

Intervistata dal periodico TVMia, l’ex professoressa de L’Eredità ha ricordato anche quando lavorava al fianco di Fabrizio Frizzi, prima che quest’ultimo morisse. A tal proposito Elena Arosio ha rivelato:

“Ho bei ricordi e tante emozioni del periodo in cui ho iniziato a L’Eredità: all’epoca c’era Fabrizio Frizzi alla conduzione… ho sofferto tanto quando se ne è andato”.

Inoltre ha confessato che negli ultimi tempi le sono arrivate nuove proposte di lavoro, ma per il momento è presto per parlarne perché si deve occupare del suo piccolo Filippo.

La nuova vita di Elena Arosio dopo L’Eredità

Prima di salutare il giornalista del settimanale TVMia, l’ex prof de L’Eredità Elena Arosio, ha parlato anche della sua vita da mamma. La ragazza è molto felice della presenza di suo figlio e alla rivista ha riferito:

“Me la cavo benissimo, è tutto così naturale! Filippo è molto bravo e dorme già nella sua cameretta. Ma appena sento un suo sospiro, corro!”.