Home Spettacolo Tolo Tolo è contro Salvini? Checco Zalone sbotta: “Non ne posso più”

Tolo Tolo è contro Salvini? Checco Zalone sbotta: “Non ne posso più”

0
Tolo Tolo è contro Salvini? Checco Zalone sbotta: “Non ne posso più”
Checco Zalone

Checco Zalone, Tolo Tolo è un film anti-Salvini? Il comico racconta cosa si nasconde dietro

Neanche il tempo di uscire nelle sale che Tolo Tolo, il nuovo film di Checco Zalone, fa già discutere. Da settimane ormai fioccano i commenti sulla pellicola e su Immigrato, la colonna sonora scritta per accompagnare in gran parte le riprese.

Nel corso della conferenza stampa organizzata a Roma, il produttore Pietro Valsecchi difende il suo pupillo, che così tante soddisfazioni gli ha dato in termini di incassi al botteghino.

Le difficoltà alla regia

Realizzare la storia ha richiesto di superare vari ostacoli. Era complicato trovare la quadra, il comico pugliese era alla sua prima regia e serviva quel tocco magico per proiettare sul grande schermo la società odierna. La quinta opera di Checco Zalone non racconta persone in cerca di un futuro diverso, ma semplicemente di un futuro. Un affresco della realtà contemporanea, fatto con il mix di tre ingredienti: magia, sorriso e poesia.

Dunque, Valsecchi si dichiara fiero di aver tenuto a battesimo Luca: “per questa grande avventura”. E dopo l’intervento di Valsecchi, parla Checco Zalone, pronto a soffermarsi sulla genesi di Tolo Tolo. Il mitico regista Paolo Virzì aveva curato questo soggetto e man mano, col passare del tempo, si rendeva conto di starglielo a rubare, costruendo il personaggio su sé stesso. Quando sono andati a girare non se ne è pentito, ma si è accorto della difficoltà nel dirigere.

Checco Zalone portatore di poesia

Ma al pubblico importano altre questioni, come il fatto se sia razzista o meno. E l’ex stella di Zelig lo sa. Il trailer non ha alcun legame col film, si aspettavano di provocare delle polemiche, ma non così. Non si aspettava di essere sbattuto sulle prime pagine dei giornali e ritrovarsi oggetto di dibattito nei talk show.

In totale franchezza, si è pure un po’ stancato. E, passati tre giorni, Checco Zalone ha staccato la spina. Tolo Tolo non mira ad attaccare Matteo Salvini. Ha un concentrato di poesia, dentro contiene una grande realtà. Secondo lui il leader della Lega rappresenta il popolo e il popolo si sentirà chiamato in causa.