Massimo Giletti, la malattia, i ricoveri e la fede: “Sono stato a Lourdes 30 volte”

Massimo Giletti, giornalista e conduttore di Non è L’Arena, in onda su La7, si è sempre raccontato al suo pubblico.

La sua vita privata è stata infatti più volte da lui stesso condivisa ed approfondita e non ha mai avuto il timore di svelarsi, senza filtri e reticenze. In una recente intervista, il presentatore ha voluto parlare di un aneddoto della sua sfera intima particolarmente significativo e delicato, che l’ha molto segnato.

Massimo Giletti a Lourdes, il rapporto con la religione

Al settimanale “Maria Con te”, Giletti ha affidato le sue confidenze ed ha parlato del suo rapporto speciale con la Fede e della devozione alla Madonna, nata dopo innumerevoli viaggi a Lourdes.

Nella mia vita ho fatto trenta viaggi a Lourdes. Ho avuto tanti contatti diretti con i malati, lavorando nelle piscine e, per i primi venti anni, andando anche in treno con loro. Quel luogo per me significa la presenza viva della Madonna. Sono andato a Lourdes per la prima volta quando avevo 10 anni con mia madre e mia nonna. Rimasi subito colpito dal quel luogo.

La malattia che l’ha colpito da bambino

Il giornalista ha svelato di essere stato colpito da una malattia all’età di 10 anni, una grave forma di scoliosi che gli ha provocato molta sofferenza e che l’ha indotto ad intraprendere il suo viaggio nella fede e nella spiritualità. (Continua dopo la foto)

Ero affetto da una forma grave di scoliosi e ho dovuto portare corsetti, busti in gesso ed essere ricoverato più volte in ospedale.

Massimo Giletti ferito

Il recente incidente al naso: volto tumefatto e rottura

Recentemente Massimo Giletti si è presentato nella sua trasmissione Non è L’Arena su La7 con il volto tumefatto. Il 56enne originario di Torino non ha però fornito spiegazioni in merito, lasciando i telespettatori nel mistero. Unico dettaglio comunicato è stato la rottura del setto nasale.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!