Al Bano Carrisi: “La musica è come sco**re. Mai rifiutate le groupies”

Al Bano Carrisi: la musica è come il sesso
Al Bano Carrisi

Al Bano Carrisi parla del rapporto con la musica

Sabato Canale 5 ha mandato in onda 55 Passi nel Sole, lo show dedicato al grande Al Bano Carrisi. Una serata di feste e celebrazioni per rendergli il giusto tributo, autentico titano dentro e fuori il palcoscenico. In teoria il cantante di Cellino San Marco si sarebbe dovuto ritirare lo scorso anno e invece niente, lui tira avanti, potente come una macchina da corsa.

Addirittura ci sarà nella settimana del Festival di Sanremo 2020, chiamato tra gli ospiti anche se secondo lui la kermesse canora costituisce innanzitutto una competizione. Lo affiancherà la storica partner nel lavoro e nella vita Romina Power? Chi può dirlo. Cristiano Malgioglio cercherà di convincerla, forte degli ottimi rapporti con l’americana, rafforzati nella recente collaborazione artistica.

Il piacere della musica

Indipendentemente dalla risposta, Al Bano Carrisi garantirà il proprio apporto. Sintomatico su quanto carattere ancora abbia il popolare artista: se si tratta di musica risponde sempre presente, costi quel che costi. Intervistato dal Rolling Stones, il 76enne dichiarò amore eterno alla musica, una goduria pazzesca, “è come sco**re”. Per lui è fantastico esibirsi, stile tappeto magico.

Quando Al Bano Carrisi aveva appena cinque anni il padre lo portava in campagna a zappare nei campi. E lì già cantava. Idem a scuola: una volta consegnò un testo di una sua canzone al posto delle risposte di un compito di chimica.

Non appena la prof gli chiese spiegazioni, le rispose che quella era la sua chimica. Quell’anno gli andò però male perché lo bocciarono. Imbeccato dal giornalista, asserì di praticare ancora il sesso. È uno dei piaceri della vita, finché ce l’avrebbe fatta sarebbe andato avanti, non vedeva perché smettere.

Al Bano Carrisi: il rapporto con le groupies

Al sito Express.de rilasciò altre confessioni ‘piccanti’, sul rapporto con le groupies, le quali hanno avuto il momento di massimo splendore negli Anni Settanta, mentre il rock impazzava. Anche allora – commentò – non riesce a dire loro di no.

L’amore è importante, è parte della vita e il piacere di farlo non passa nemmeno all’avanzare dell’età. Se trova una donna di suo gradimento – concludeva – la invita a venire da lui.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!