‘Morivo in diretta, la notizia al tg…’: Gerry Scotti, la caduta e lo spavento a Conto alla Rovescia [VIDEO]

Gli ascolti non proprio esaltanti del quiz tv Conto alla Rovescia

Continua la programmazione di Conto alla Rovescia, il nuovo game show del preserale di Canale 5 che da oltre un mese tiene compagnia ai telespettatori. Purtroppo uno sperimento, quello di Mediaset, che non sta raccogliendo i risultati sperati. Infatti, dopo lo sprint iniziale il qui condotto dal pavese Gerry Scotti ha avuto una battuta d’arresto.

Ogni sera viene battuto nettamente e a volte anche doppiato dalla concorrenza, ossia L’Eredità guidata da Flavio Insinna. Qualche giorno fa zio Gerry è stato protagonista di una piccola disavventura nello studio Michelangelo, che tra l’altro è di sua proprietà.

La quasi caduta di Gerry Scotti a Conto alla Rovescia

La scorsa settimana c’è stato un piccolo incidente a Conto alla Rovescia, il game show del preserale di Canale 5. Infatti il padrone di casa Gerry Scotti ha rischiato seriamente di farsi male perché stava cadendo al centro dello studio Michelangelo.

Prima del nuovo trionfo da parte del campione in carica Massimo, infatti, per pochissimo il conduttore pavese non è finito giù dalla pedana a causa di un’improvvisa caduta. A quel punto il diretto interessato ha esclamato questo in modo ironico:

“Stavo cadendo, mi stavo ribaltando! Morivo in diretta! Subito al telegiornale lo dicevano!”. (Continua dopo il video)

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Gerry Scotti rischia di cadere a Conto alla Rovescia #gerryscotti #Canale5 #mediaset #contoallarovescia #caduta #paura @kontrokultura.it

Un post condiviso da KontroKultura (@kontrokultura.it) in data:

La confessione di Gerry Scotti

Qualche giorno fa, ospite all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Gerry Scotti ha detto:

“Io vengo da una famiglia modesta ma ero molto curioso, ho fatto il liceo classico e i prof dicevano ai miei: ‘Ma cosa se ne farà questo ragazzo di latino e greco? Non era meglio fargli fare un istituto professionale?’. E invece poi mi è servito perché il sapere viene sempre fuori e un conto è conoscere mille parole, un conto 10 mila”.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!