Sbronza: falsi miti su come riprendersi da una notte da leoni

Sbronza

Sbronza: i falsi miti sono duri a morire. Sfatiamoli

Non nascondiamoci dietro a un dito. Tra Natale e Capodanno prendere una sbronza è per molti ‘rito irrinunciabile’, ma cosa dovresti fare per evitare i terribili postumi la mattina successiva? In tal proposito, circolano varie teorie, alcuni veri e propri miti, che analizzeremo in questo articolo uno a uno.

La prima convinzione diffusa consiste nell’alimentazione. Passata una notte pesante, è normale sentirsi in vena di fare ricche scorpacciate di carboidrati e le fritture mettono un certo languorino. Meglio però tenere a freno l’istinto, perché secondo gli esperti salutisti bere ti fa perdere sostanze importanti attraverso le urine e una colazione abbondante potrebbe provocare indigestione.

Diversamente, una colazione nutriente aiuta a contrastare gli effetti di una sbronza. La frutta, come le banane, è altamente suggerita per ripristinare i livelli corretti di zucchero e potassio nel sangue. Oppure, qualora lo spuntino convinca poco, il miele sul toast è altrettanto facile da digerire.

Antidolorifico? No, grazie

Un altro falso mito sulla sbronza vuole che andare in palestra dopo aver bevuto troppo aiuti a riprendersi. In realtà, rischieresti di sortire soprattutto effetti nocivi, poiché sei già disidratato. Invece, concediti una camminata veloce all’aria aperta: rilascerai endorfine e favorirai la circolazione, in modo delicato.

Assumere un antidolorifico prima di coricarsi a letto è solo l’ennesimo consiglio fondato su premesse sbagliate. Difatti, la maggior parte dei medicinali da banco impiega mezz’ora circa per avere un qualche impatto e, peraltro, i risultati durano appena poche ore. Di conseguenza, nel momento del risveglio non riceverai probabilmente benefici.

Oltretutto, gli antidolorifici sono potenzialmente in grado di mischiarsi con gli acidi gastrici prodotti dall’alcool, causando danni al rivestimento dello stomaco. In conclusione, se hai davvero bisogno di ricorrere alle pillole, attendi il mattino e valuta la situazione.

Sbronza: il ‘caffè miracoloso’

Pur dispiaciuti, ci tocca sconfessare pure la leggenda del ‘caffè miracoloso’. Quando soffri di pigrizia la bevanda appare allettante. Ciononostante, costituisce un diuretico e potrebbe ostacolare il tuo recupero.

Hai l’esigenza di un pieno di caffeina? Limitati a un caffè, dopodiché attieniti all’acqua. Bere ancora sostanze alcoliche ritarderà magari i postumi di una sbornia, ma certamente non li fermerà.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Manuel Magarini: Per info & collaborazioni: manuel.magarini@gmail.com