Semi di lino, piccoli alleati di bellezza e salute

Proprietà nutrizionali e salutistiche dei semi di lino e come utilizzarli

Acquistabili in economiche confezioni in qualsiasi supermercato nel reparto bio, o nelle erboristerie, i semi di lino sono piuttosto noti ed utilizzati da molto tempo nella cosmesi per la cura dei capelli, ma sono utilissimi anche contro la stipsi e la cistite e favoriscono il benessere generale dell’organismo.

Vediamo come:

Sono ricchi di acidi grassi polinsaturi (acido linoleico) capostipiti degli Omega 3 e Omega 6, vitamine del gruppo B, vitamina E ed F, minerali come fosforo, rame e magnesio, inoltre è d’obbligo menzionare l’alta presenza di mucillagini.

Questi componenti fanno dei semi di lino dei piccoli alleati per la nostra salute in quanto Omega 3 e Omega 6 favoriscono il corretto funzionamento del nostro sistema immunitario, le mucillagini di origine vegetale hanno un potere lassativo, mentre le vitamine ed i minerali sono antiossidanti.

Per le loro proprietà emollienti e protettive, sono utili a combattere infiammazioni interne come per esempio la cistite.

Utilizzi dei semi di lino:

  • Condimento/integratore: In cucina, si possono usare i semi interi per condire insalate, aggiunti allo yogurth o al muesli, mischiati alla pastella di muffin o pane, anche all’impasto delle polpette… insomma ci si può sbizzarrire ricordando però di non friggerli in quanto perderebbero i valori nutritivi.Assicuratevi di masticarli completamente per facilitarne la digestione e avere acceso a tutti i nutrienti, in alternativa si possono macinare per ottenerne una polvere (si conserva per pochi giorni in frigo) da consumare come integratore.Assunti al naturale interi (un cucchiaio accompagnato da un bicchiere d’acqua) al mattino a digiuno, per favorire la motilità intestinale e combattere la stitichezza.
  • Gel naturale: Dai semi di lino è possibile ricavare in modo naturale un gel dai molteplici utilizzi, lasciando sobbollire per 5/10 minuti 30 gr. di semi inseriti in un diffusore per il tè, in 200 ml. di acqua. Si lascia riposare per almeno un ora fino alla formazione del gel.Tolto il diffusore, questa sostanza potrà essere utilizzata come legante alimentare in sostituzione delle uova (3 cucchiaini = un uovo), oppure, aggiungendoci del succo di limone e degli oli essenziali per profumarlo, come fissativo nutriente per capelli.Si conserva in frigorifero per non più di una settimana.

    Personalmente lo utilizzo sul pelo corto del mio cane dopo lo shampoo, soffre spesso di irritazioni cutanee e il gel di semi di lino gli da molto sollievo oltre a renderlo lucido e morbido.

  • Impacco per capelli o idratante per pelle secca: portare ad ebollizione a fuoco lento due cucchiai di semi di lino in 250 ml di acqua e poi lasciare riposare il tutto per tutto il giorno. Filtrare il liquido ottenuto e aggiungerci alcune gocce di olio a scelta (oliva, mandorle, germe di grano). Sui capelli umidi prima dello shampoo per capelli lucenti e nutriti, poche gocce sulla pelle molto secca per idratarla in profondità.Per capelli particolarmente secchi si può potenziare l’impacco con mezza banana o mezzo bicchiere di yogurt naturale.

 

I semi di lino interi si conservano al buio a temperatura ambiente fino a 6 mesi, anche un anno in frigorifero. Una volta macinati vanno consumati subito o conservati per breve tempo in frigo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!