Lady Gaga a Sanremo 2020, Amadeus non molla la presa: “Mi piacerebbe”

Lady Gaga
Lady Gaga

Lady Gaga ospite al Festival di Sanremo 2020: Amadeus non abbandona le speranze

Sognare è gratis, realizzare le fantasie nel mondo reale costa. E pure tanto ad Amadeus, voglioso di portare Lady Gaga all’Ariston. Il popolare volto Rai guiderà il Festival di Sanremo 2020, pure da direttore artistico, per una settantesima edizione sulla carta pirotecnica.

Ve la immaginate scendere, in un lungo abito bianco, i lunghi scalini? Tanto sarebbe spettacolare che farebbe venir giù il teatro! Ad alimentare la clamorosa ipotesi voci ricorrenti uscite negli ultimi mesi sui principali media nostrani.

Una pista, ahimè, raffreddata durante le scorse settimane, in particolare dal post del noto giornalista di gossip Gabriele Parpiglia, stando al quale il sogno Lady Gaga sarebbe svanito. Questioni economiche avrebbero allontanato le parti, tanto da imporre un cambio programma. Eppure, una fiammella di speranza arde ancora.

Madonna sarà impegnata altrove. La rivale resta in gioco

Lo scorso settembre Amadeus svelava in diretta su Radio 2 che gli sarebbe piaciuto annunciare Lady Gaga. In un ipotetico ballottaggio con Madonna, voterebbe assolutamente per la prima, una cantante stupenda, musicista straordinaria, attrice fantastica.

Nulla da dire contro Madonna, però ha fatto il suo corso ed è già stata presente in un’edizione passata, cacciata da Raimondo Vianello. Ora Amadeus – fra le pagine de La Repubblica – interviene nuovamente sull’eventuale approdo. Si era attribuito il ruolo di superospite a Madonna ed è vero: hanno coltivato l’idea.

Tramontata poiché la cantante dovrebbe essere impegnata con il suo tour. Nella prima settimana di febbraio è infatti prevista con il Madame X Tour a Londra. Ed ‘Ama’ su Lady Gaga aggiunge:“Mi piacerebbe anche”, un nome internazionale basterebbe, visto l’attuale periodo.

Lady Gaga: il superospite di fama internazionale

Dalle parole sembra ci siano men pochi dubbi: se la decisione finale spettasse al presentatore, probabilmente non ci penserebbe su due volte se offrirlo o meno il cachet richiesto.

Saprà trovare argomentazioni convincenti affinché la Rai metta mano al portafogli? L’ideale sarebbe venirsi incontro, trovare un compromesso e se la Germanotta fosse davvero orgogliosamente filo-italiana potrebbe pure abbassare le pretese.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!