Vittorio Maullu: scomparso dopo una misteriosa telefonata

Vittorio Maullu
Vittorio Maullu

Simone, figlio di Vittorio Maullu, un  ex agente di polizia penitenziaria di 58 anni scomparso da Asuni (Oristano) lo scorso 9 dicembre, ha rilasciato recentemente alcune dichiarazioni riportate dal settimanale Giallo. L’uomo ha dichiarato come prima di sparire, il suo genitore aveva ricevuto una strana telefonata a cui avrebbe assistito anche la sorella di Vittorio.

Mentre stava conversando con il suo interlocutore (non è dato sapere di chi si trattasse) l’agente avrebbe ad un tratto affermato: “No, questo non glielo dovevi dare”. Simone ha proseguito dicendo che in seguito suo padre sarebbe uscito di casa non tornando più. Da giorni il suo cellulare risulta essere spento.

Vittorio Maullu: l’agente di polizia scomparso dal 9 dicembre

Di Vittorio Maullu, ex agente di polizia penitenziaria non si hanno più notizie dallo scorso 9 dicembre. Il 58enne è scomparso da Asuni, in provincia di Oristano, il suo paese di origine. Di lui si sono perse completamente le tracce. Il giorno della scomparsa, Vittorio era andato a trovare la sorella e l’anziana madre.

La misteriosa telefonata l’ha ricevuta intorno alle 13:30. Un quarto d’ora dopo, l’ex agente è entrato in un locale nel centro del paese. Nel bar ha ordinato un caffè e acquistato un pacchetto di sigarette. Il suo cellulare, da cui non si separava mai, è risultato spento alle 16:00.

Chi era il misterioso interlocutore?

Si ipotizza che poco prima della sua sparizione Vittorio Maullu abbia incontrato una persona, forse la stessa con cui aveva parlato al telefono. L’automobile è stata ritrovata parcheggiata in paese, era chiusa a chiave.

All’interno della vettura c’erano la tessera sanitaria, i documenti e gli occhiali da vista dell’uomo. Ora l’attenzione dei familiari di Vittorio è concentrata su quella misteriosa chiamata ricevuta dall’ex agente. Al momento, non è dato sapere con chi abbia parlato il 58enne scomparso. Strana anche la frase che Vittorio avrebbe detto al telefono.

Il figlio teme il peggio

Simone Maullu, il figlio 34enne di Vittorio, teme che al padre possa essere accaduto qualcosa di terribile. Ha paura che qualcuno abbia fatto del male al genitore. Simone non crede che sia una semplice coincidenza il fatto che Vittorio sia scomparso subito dopo la telefonata.

Grazie alle telecamere installate in casa, Simone ha notato come il padre sia sia subito cambiato dopo la telefonata, uscendo di casa con lo zaino sulle spalle. La cosa più inquietante, a detta di Simone è il fatto che il padre ultimamente non fosse affatto tranquillo. La denuncia di scomparsa di Vittorio Maullu è stata presentata dalla moglie Redentina Margieri presso la caserma dei carabinieri a Cagliari.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!