Renato Pozzetto contro Checco Zalone, “Comici di oggi lontani dal mio umorismo”

Renato Pozzetto
Renato Pozzetto

Il celebre comico Renato Pozzetto stila le differenze tra lui e Checco Zalone anche per la tipologia di comicità

Renato Pozzetto parla di Zalone, ma non se la sente di paragonarlo alla sua carriera. Infatti, intervistato, il noto comico degli anni 80 racconta che c’è una grande differenza tra Checco Zalone e quella che è stata la sua attività cinematografica.

Tra il 1984 ed il 1985 con i film Lui è peggio di me e Il ragazzo di campagna aveva ha avuto i migliori incassi di sempre. Questa volta però invece, al tuo posto si trova Checco Zalone con il film Tolo Tolo. Del resto nel 1995 l’attore aveva anticipato questo tema nel suo Mollo tutto, dove raccontava la storia di un uomo in viaggio in Africa.

Ai giornalisti racconta che c’è una bella differenza tra quella che era il tuo modo di fare ironia e quello attuale. Oltre la politica dove lui stesso ammette di essere stato condizionato dai moti del ’68, spiega però che oggi le cose sono completamente differenti. Infatti, ammette che l’idea di essere paragonato al regista pugliese, lo ha fatto sorridere.

Il racconto di Renato Pozzetto sulla sua carriera cinematografica

Dopo 70 film fatti, Renato Pozzetto spiega che oggi non avrebbe più senso fare un film del genere. Infatti, aveva già in mente l’idea di fare un sequel dé Il ragazzo di campagna, ma per adesso non ha trovato il giusto entusiasmo da parte delle case di produzione.

Intanto, in queste ore mentre si commenta in modo molto critico il film di Checco Zalone, Tolo Tolo il comico di Il ragazzo di campagna spiega che in comune con il regista e attore pugliese ha il fatto di avere tutti i giovani della sua parte e una parte della critica completamente contraria, in maniera molto anche dura.

Del resto, il noto comico italiano spiega di essere stato nel corso della sua carriera molto fortunato e quindi è molto felice che un altro suo collega possa aver avuto altrettanto successo. Un successo che è arrivato in un momento storico attuale, come questo, che è molto complesso per il cinema italiano.

Il futuro cinematografico dè Il ragazzo di campagna

Per il suo futuro cinematografico Renato Pozzetto dice che avrebbe come idea quella di fare un altro film, però solo qualora ci fosse l’entusiasmo da parte delle case di produzione.

Entusiasmo, che per adesso non ha trovato. Non avrebbe senso andare a rivangare il passato, ma solo fare un ruolo che davvero possa attirarlo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!