‘Devi stare lontana da me…’: a C’è Posta per Te il figlio rinnega la madre ma poi… [FOTO]

20esima stagione di C’è Posta per Te

È partita la 20esima edizione di C’è Posta per Te, il popolare è seguitissimo people show di Canale 5. Al timone Maria De Filippi che anche in questi due mesi e mezzo di programmazione offrirà ai telespettatori delle storie di vita comuni, ma anche sorprese con personaggi famosi.

Dopo la sorpresa di Johnny Depp a due fratelli che hanno perso il padre, è stato il turno di una giovane padre che cerca di ricucire i rapporti col figlio. Andiamo a vedere nello specifico cos’è successo.

La storia di Diletta e Gabriele

Diletta ha chinato C’è Posta per Te per ricongiungersi col figlio Gabriele. La donna lo ha messo quando era adolescente, ovvero 16 anni. La sua storia col compagno è finita dopo nemmeno un anno. Essa do giovane ha fatto difficoltà a crescerlo e lei addirittura aveva sfiorato di diventare anoressica. Per il bene del ragazzino, quest’ultimo è andato a vivere con i nonni e il padre.

Lei lo vedeva solo al fine settimana, ma poi pian piano lui si distaccava. Il giorno del 18esimo compleanno di Gabriele lei le fa un assegno. Il giovane, però  la presa malissimo al punto di dirle le peggiori cose. (Continua dopo le foto)

Gabriele chiude la busta alla madre Diletta, ma poi

C’è da dire che Gabriele ha accettato l’invito presentandosi nello studio di C’è Posta per Te. A quel punto con le lacrime agli occhi, la madre gli ha chiesto di tornare ad avere un rapporto. Maria De Filippi ha cervato in tutti i modi di mediare tra i due per fargli fare pace. Ma il ragazzo è arrabbiata con la mamma perché è convinto che non voleva fargli vedere il padre.

Il ragazzo, però, più volte ha fatto capire di non voler perdonare il genitore. La padrona di casa ha messo tutto il suo impegno, ma purtroppo in un primo momento non è riuscita nell’impresa. A quel punto madre e figlio dovevano uscire da due porte differenti, ma prima il 20enne ha scelto una foto dall’album di famiglia e alla fine l’ha abbracciata.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!