Laura Torrisi, il grande do loro per un lutto difficile da dimenticare: ‘Ti ho pensato tanto…’ [VIDEO]

Primo anniversario della morte di Teodosio Losito

Un anno fa ci lasciavo uno dei sceneggiatori più talentuosi del nostro Paese. Un professionista che nella sua lunga carriera ha lanciato dei personaggi dello spettacolo molto importanti. Tra cui Gabriel Garko, Manuela Arcuri, Francesco Testi e Laura Torrisi. Stiamo parlando di Teodosio Losito che ci ha lasciato a soli 53 anni.

Lui è stato l’ideatore di fiction di grande successo come: L’onore e il Rispetto, Pupetta, Il peccato e la vergogna  Il bello delle donne è tante altre. Il professionista è venuto a mancare lo scorso 8 gennaio 2019, ma nonostante siano passati 12 mesi, una sua pupilla, ovvero l’ex moglie di Leonardo Pieraccioni lo ha voluto ricordare sul suo account Instagram.

Il commovente ricordo di Laura Torrisi su Instagram

Attraverso il suo profilo Instagram Laura Torrisi ha voluto ricordare che Teodosio Losito non fa più parte di questa terra da un anno. A corredo del messaggio l’attrice ed ex concorrente di Amici Celebrities ha messo una clip che riassume tutti i ruoli che ha recitato nelle fiction Mediaset.

Poi l’ex gieffina ha scritto che in questi ultimi giorni ha pensato tanto lo sceneggiatore e che molti di questi personaggi non sarebbero mai esistiti senza la sua testa. Dopo averlo ringraziato, l’ex moglie di Leonardo Pieraccioni ha speso altre parole al miele per il compianto professionista. Il pensiero della siciliana è stato apprezzato moltissimo dai suoi follower che non hanno perso tempo a lasciare dei likes. (Continua dopo il video)

Le dichiarazioni di Teodosio Losito prima di morire

Nella sua lunga carriera artistica Teodosio Losito aveva ottenuto degli ascolti strepitosi con le sue fiction. Ma negli ultimi anni c’era stato un calo sostanzioso e preoccupante.

In una delle sue ultime interviste per Panorama lo sceneggiatore aveva detto che il budget era sempre di meno, quindi era difficile mettere in scena delle cose di qualità. Anche se la sua mente creava scena poi non c’erano i mezzi adeguati e soprattutto gli artisti per poterle realizzare. Per il futuro si immaginava produttore cinematografico.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!