Gabriele Muccino, finisce la guerra col fratello Silvio: ritirata la denuncia

Gabriele Muccino ritira la denuncia contro il fratello Silvia
Gabriele Muccino e Silvio

Gabriele Muccino ha deciso di ritirare la denuncia contro il fratello minore Silvio dopo le dichiarazioni choc rilasciate a L’Arena

Armistizio tra fratelli. Nel corso della prima udienza del processo che li aveva visti coinvolti, Gabriele Muccino e Silvio hanno raggiunto un accordo dinanzi al giudice, preferendo chiudere in termini pacifici la faida nata tre anni fa, anche se le prime crepe si sono create ben prima.

Ad agitare le acque ci aveva pensato Silvio, ospite il 3 dicembre 2016 nel talk pomeridiano L’Arena. Il minore dei fratelli aveva accusato Gabriele Muccino di aver aggredito nel 2012 l’allora moglie, Elena Majoni. Durante l’intervista descrisse Gabriele come un soggetto violento, reo di colpire la compagna con uno schiaffo perforandole un timpano.

Parlano gli avvocati

Il regista pluriaffermato, assente dallo studio di Massimo Giletti, aveva scelto di porgere querela contro Silvio per diffamazione, perché tali esternazioni sul suo privato avrebbero leso la sua carriera nel mondo cinematografico. Oggi il legale di Gabriele Muccino, secondo quanto si apprende dall’Ansa, fa marcia indietro e ritira il provvedimento giudiziario.

Si è comportato da fratello maggiore, concludendo una vicenda in grado di ferirlo parecchio. Versione confermata dall’avvocato di Silvio, che ha annunciato la riconciliazione. Adesso ciascuno potrà portare avanti la rispettiva professione senza dover comparire in tribunale.

Elena Majoni: il racconto su Gabriele Muccino

Ospite sempre de L’Arena, la donna, unita in matrimonio a Gabriele dal 2002 al 2006 (e madre di suo figlio), decise di raccontare la sua verità. Silvio lo aveva chiamato lei in qualità di testimone perché conosceva le dinamiche e sentirgli giurare il falso è stata dura: non se lo aspettava.

Unico testimone dell’aggressione, avrebbe mentito per salvaguardare sé stesso e l’immagine della sua famiglia. All’epoca Gabriele veniva dalle opere di maggior successo, La Ricerca della Felicità e L’Ultimo Bacio.

Silvio ha pensato di difendere suo fratello, nello stesso modo in cui lei – aggiungeva la Majoni – ha difeso per anni suo marito. È rimasta a lungo in silenzio perché il compagno era già diventato famoso e temeva di destare esclusivamente clamore e poi quando ti innamori tendi a giustificare.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!