WhatsApp, perché ieri la nota applicazione è andata in tilt?

Whatsapp
Whatsapp

Lo abbiamo notato tutti! Ieri 19 gennaio 2020, per circa 3 ore, WhatsApp ha smesso di funzionare correttamente. Se, infatti, era possibile inviare dei classici messaggi testuali, era praticamente impossibile l’invio di fotografie, video o messaggi vocali. Il problema è stato generale ed ha interessato molti Paesi, non solo l’Italia. Ma cos’è successo? Ecco le ipotesi più plausibili.

Ore 12:00-15:00, tre ore di caos

Erano più o meno le ore 12:00 di domenica 19 gennaio quando sono arrivate, in rete, le prime segnalazioni sul malfunzionamento di WhatsApp. Un problema che sin da subito si è rivelato strano, non tanto per l’impossibilità di inviare contenuti multimediali ma per la compatibilità con i diversi tipi di smartphone.

Sembra, infatti, che alcuni device più di altri fossero coinvolti nel problema. Se iPhone e Huawei rispondevano, infatti, positivamente ai test, con tutti gli altri marchi era impossibile utilizzare correttamente l’applicazione. Più passavano i minuti, più aumentavano le segnalazioni fino al momento in cui, dalle 14:30 in poi, abbiamo assistito ad una graduale risoluzione del disservizio.

Erano più o meno le 15:00 quando, dopo due ore di passione, le cose sembravano rientrare e man mano la situazione e l’invio dei contenuti multimediali sono tornati alla normalità. Con buona pace di tutti!

WhatsApp, ma cos’è successo?

Non è semplice, dal punto di vista tecnico, comprendere e spiegare cosa sia successo ieri a WhatsApp. Anche perché, come abbiamo preannunciato, non tutti gli smartphone hanno manifestato la problematica. Sappiamo, però, che non è stata solo l’Italia ad accusare il colpo ma anche tutti i Paesi europei. Persino diversi utenti negli USA hanno segnalato la cosa sebbene l’impatto, dall’altra parte del mondo, sia stato minore dato il fuso orario.

Non è la prima volta che assistiamo ad un evento simile. Nel 2019 è accaduto sia a marzo che a luglio con un “black-out” durato molto più di quel che è successo ieri. Attualmente non sono state diffuse informazioni chiare e precise sul perché sia accaduto tutto questo e, soprattutto, sulla motivazione che escludeva dal problema alcuni marchi di smartphone. In più il down non ha riguardato WhatsApp a 360 gradi ma soltanto alcune delle sue funzionalità.

La spiegazione più logica che riusciamo a darci riguarda un crack a livello di server. Sappiamo bene come questo sia un periodo molto delicato per WhatsApp che sta integrando molte nuove funzioni, tra cui i tanto attesi sticker animati. Possibile che i server abbiano necessitato di una fase manutentiva.

Altra possibilità è quella del verificarsi di un improvviso quanto inaspettato bug che sarebbe andato a neutralizzare l’ultimissima versione dell’app. Un bug che ha trovato una risoluzione nelle tre ore di black-out con l’installazione automatica della nuova patch.

Si tratta, tuttavia, di ipotesi. Rimaniamo in attesa di una comunicazione ufficiale da parte di Facebook.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!