Fabio Volo contro Salvini “Sei uno str*nzo, suona a casa dei camorristi se hai le palle”

Fabio Volo
Fabio Volo

Fabio Volo al veleno contro l’ex Ministro degli Interni, Matteo Salvini che ha bussato al citofono di un tunisino e gli ha chiesto se spacciava

Fabio Volo sul piede di guerra nei confronti dell’ex Ministro degli Interni, Matteo Salvini. Il conduttore radiofonico ha attaccato in maniera molto forte il segretario della Lega, soprattutto per quanto è accaduto a Bologna ieri.

Nella visita al quartiere Pilastro, l’ex Ministro dell’Interno ha accusato l’uomo di un gesto molto particolare. Infatti, ha bussato a casa di un tunisino chiedendogli se è uno spacciatore, proprio come gli abitanti della zona sostenevano.

Il gesto compiuto e le sue parole, ovviamente hanno fatto sorgere una vera e propria bufera sui social network. Nel corso dell’appuntamento della trasmissione telefonica, l’ex giornalista delle Iene ha voluto parlare proprio di questo episodio e ha stroncato in maniera molto netta il comportamento dell’ex Ministro degli Interni, Matteo Salvini.

Fabio Volo al vetriolo non risparmia attacchi

Secondo l’ex iena Fabio Volo, Salvini dovrebbe cercare di essere più leale. Infatti, per Volo non so doveva permettere di citofonare a casa delle persone senza uno straccio di prova e non dovrebbe permettersi assolutamente di lanciare accuse. Salvini ha anche messo in difficoltà il povero tunisino.

Se avesse invece il coraggio, secondo Volo, dovrebbe andare a bussare a casa dei camorristi e chiedergli se effettivamente fanno quello che fanno. Insomma, è stato davvero molto aggressivo nei confronti dell’ex ministro e segretario della Lega. Non è la prima volta che l’ex iena si rivolge ad alcuni personaggi del mondo televisivo in questo modo. Infatti aveva dato anche della poco di buono ad Ariana Grande, la nota singer.

Le accuse ad Ariana Grande e ai politici

Le accuse di Fabio Volo della sua trasmissione radiofonica sono diventate sempre più forti. nei confronti di Ariana Grande, c’è andato giù pesante perché la donna aveva affrontato i temi della sessualità in maniera secondo lui, troppo forte.

Insomma, non aveva gradito l’uso che fa del suo corpo e i toni utilizzati. Per quanto concerne invece Matteo Salvini, l’ex iena ha provato ad essere molto chiaro. Secondo lui, dovrebbe avere l’onestà di preoccuparsi effettivamente di quelli che sono i problemi del Paese, invece di fare un gesto che è tipico di un atteggiamento da campagna elettorale.

Per Volo, Salvini da Ministro dell’Interno avrebbe dovuto fare di più invece si è comportato come uno sciacallo dei problemi altrui. Il leghista sarebbe diventato anche un testimonial vero e proprio delle barbarie, secondo quanto detto da Volo nel corso della sua trasmissione radiofonica.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!