Georgina Rodriguez, sì a Sanremo 2020: ma la Rai avrebbe fatto follie

Georgina Rodriguez

Georgina Rodriguez al centro della bufera: il cachet richiesto per co-condurre Sanremo sarebbe spropositato

Ci mancavano le polemiche attorno Georgina Rodriguez. Da co-conduttrici (o co-vallette, se siete alla vecchia maniera) ben dieci donne affiancheranno Amadeus, il direttore artistico del Festival di Sanremo 2020, ognuna proveniente da mondi diversi e con una particolare storia da raccontare al teatro Ariston, dove lo show partirà il prossimo 4 febbraio per concludersi sabato 8.

Ebbene, nel ricco plotone di primedonne avrà posto anche la bella iberica, compagna dell’asso juventino Cristiano Ronaldo. Non c’è che dire. Questo è un gran colpo. Lady Cr7 attrarrà diversi spettatori provenienti dall’estero, curiosi di scoprire se sotto l’avvenente aspetto e la fama, si celi anche una abile donna di spettacolo.

La conferma della presenza a Italia Sì

Finora Georgina Rodriguez si è soprattutto dedicata al proprio uomo e a seguire quotidianamente i rispettivi profili social, seguita da milioni di utenti, quasi 16 solo su Instagram. Il compito affidato sarà qui decisamente più ostico, una responsabilità mica da ridere dato quante polemiche normalmente suscita la manifestazione.

Oltretutto hanno aizzato le critiche i recenti aggiornamenti inerenti a Lady Cr7. Sebbene per poche ore, sembrava che il suo approdo in Liguria saltasse all’improvviso, come un fulmine a ciel sereno.

E invece si può e si deve stare tranquilli, dopo le immagini mostrate da Marco Liorni a Italia Sì, il talk show pomeridiano in onda su Rai Uno il sabato. La 25enne è arrivata da poco, chiamata alle prove dell’evento imminente.

Georgina Rodriguez alza il tiro

Di conseguenza pare abbia trovato un accordo economico con i vertici dirigenziali di Viale Mazzini. Negli scorsi giorni era sorto il timore di perderla in corsa, causa punti di vista divergenti sul cachet. Si mormorava che per la sua presenzalei avesse chiesto una cifra dai 100 ai 140 mila euro, mentre la tivù pubblica non era disposta a superare i 50mila.

L’ampia forbice lasciava presagire un clamoroso dietrofront. Dunque, chi ha ceduto delle parti coinvolte? Georgina Rodriguez oppure la Rai? Laddove fosse la seconda risposta quella esatta, e dunque la tv pubblica si svenerebbe pur di assicurarsene i servigi, le polemiche infiammeranno.

Manuel Magarini: Per info & collaborazioni: manuel.magarini@gmail.com