Giorgia Meloni, “Ho paura per mia figlia, non mi ero accorta di nulla” Il dramma

Giorgia Meloni

Dramma per Giorgia Meloni e sua figlia finite nel mirino di uno stalker che le ha minacciate sui social network

Giorgia Meloni racconta il dramma che sta vivendo con sua figlia. Infatti, ha testimoniato al processo per stalking di cui lei e sua figlia sono rimaste vittime per un po’ di tempo. In pratica, la presidente di Fratelli d’Italia deve parlare in merito all’uomo arrestato dalla polizia a Trentola Ducenta, in provincia di Caserta.

Avrebbe perseguitato Meloni con continui messaggi sui social network. La leader di Fratelli d’Italia è parte civile nel processo contro un uomo che ha iniziato a minacciarla costantemente e a monitorarla su Facebook. Adesso dice di aver paura per sua figlia perché molto spesso lei è fuori casa e quindi, implica che in pratica, si trovava nel rischio per la salute della bimba.

Giorgia Meloni e il dramma dello stalking

La leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni racconta quanto ha subito. Infatti, davanti ai giudici della prima sezione penale del tribunale di Roma ha voluto ricostruire la vicenda di cui lei e sua figlia sono state protagoniste.

Ad essere accusato del reato di stalking è Raffaele Nugnes, Campano, che il 31 luglio era stato arrestato dalla Digos, in provincia di Caserta. Ha detto di sentirsi molto preoccupata e che di notte non riesce più a dormire soprattutto, per le minacce che ha ricevuto dall’uomo su Facebook.

Del resto la figlia di Giorgia Meloni ha solo 3 anni e questo ovviamente per Giorgia è motivo di ulteriore preoccupazione perché questa persona non solo ha condizionato la sua vita, ma anche quella della bambina che lei vuole proteggere.

La testimonianza della leader di Fdi

Dopo aver testimoniato in aula, Giorgia Meloni spiega pure che inizialmente non si era accorta di quello che stava succedendo. Anzi, le minacce le sono state rese note soltanto quando la Digos, insieme alla sorella, l’hanno avvisata di quello che stava accadendo.

Da quando l’uomo è stato arrestato per lei, ovviamente la situazione è molto più tranquilla, ma continuano però le preoccupazioni per quanto accaduto. Infatti, Meloni dice che generalmente come carattere tende sempre a minimizzare cose di questo tipo. Però questa volta ha iniziato ad avere anche molta paura e infatti, ha chiesto l’aiuto delle forze dell’ordine.

Molto spesso, ha anche rifiutato la scorta che invece, i leader dei partiti hanno, proprio perché lei è autonoma ed è molto gelosa della sua libertà.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Giusy: Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari.