Ricetta della pasta sfoglia

La pasta sfoglia si utilizza per tantissime preparazioni, sia dolci che salate e di tutte le dimensioni. Nonostante si ottenga con un procedimento un po’complesso, il risultato finale vale assolutamente la pena dell’impegno richiesto. Vediamo insieme passo passo come si fa:

 

Ingredienti:

500 gr di farina

500 gr di burro

3 dl di acqua

8 gr di sale

 

Preparazione:

Disporre sulla spianatoia la farina a fontana e bagnarla, al centro, con l’acqua. Insaporire col sale e iniziare la preparazione manuale che dovrà tendere a mescolare la farina con l’acqua, senza che si formi un vero e proprio impasto compatto. Occorre operare, quindi, velocemente, sfregando le punte delle dita l’una contro l’altra. Riunire, poi, l’impasto in una grossa palla, coprirlo e lasciarlo riposare circa 15 minuti. Porlo quindi sul tavolo e appiattirlo, battendolo col pugno chiuso o il mattarello, ottenendo una forma quadrata. Disporre sopra il burro ammorbidito, poi, sollevando le 4 estremità del quadrato, ripiegarle sopra il burro, nascondendolo completamente. Col mattarello, iniziare a stendere la sfoglia, ottenendo dal quadrato iniziale una forma a nastro larga circa 20 cm e fermarsi quando, arrivati ad uno spessore di circa 1 cm e mezzo, comincerà ad apparire il burro in superficie. Durante questa operazione, non schiacciare troppo l’impasto e non infarinare eccessivamente il tavolo di lavoro per non alterare le proporzioni degli ingredienti. Quando si sarà ottenuta una lunghezza di circa 60 cm, ripiegare il nastro di pasta in 4 parti uguali, l’una sull’altra (si dice “dare il primo giro” alla pasta sfoglia). Si otterrà, ovviamente, una forma quadrata simile alla precedente. Prima di iniziare a dare il secondo giro, bisogna far scivolare l’impasto sulla tavola di lavoro, mettendolo in senso contrario al precedente, non rivoltandolo però sull’altro lato. Una volta che la pasta è stata messa in senso inverso, si inizia nuovamente a stenderla col mattarello fino a farle raggiungere le stesse misure sopra descritte (60 cm lunghezza, 20 cm larghezza, 1 cm e mezzo spessore). Stesa la seconda banda, ripiegarla in 4 parti e lasciarla riposare al fresco per un’oretta. Continuare come spiegato in precedenza e dare ancora 2 giri (in totale la pasta verrà girata 8 volte e riposerà al fresco, ogni 2 giri, per un’ora). A questo punto, la pasta sarà finalmente pronta per tutti gli utilizzi per cui la si vuole impiegare.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!