WhatsApp Pay pronto al lancio in diversi paesi, arriverà anche in Italia?

WhatsApp Pay

WhatsApp Pay potrebbe essere presto realtà. Questo è un periodo di grandissimo fermento per gli sviluppatori. Molte le novità già arrivate, altrettante sono attese nell’immediato futuro. E non è davvero un caso dal momento che sono milioni gli utenti che, ogni giorno, utilizzano quest’applicazione per lo scambio di messaggi o contenuti multimediali.

Nel momento in cui WhatsApp Pay diventerà ufficiale, avremo la possibilità di effettuare acquisti e pagamenti direttamente dall’app. Una vera e propria rivoluzione! Ma come funzionerà esattamente? Nulla di complicato.

WhatsApp Pay, come funziona

WhatsApp Pay è nell’aria già da un po’ di tempo. Adesso, però, potrebbero davvero mancare pochissime settimane al lancio ufficiale. L’annuncio è stato dato direttamente dal proprietario di Facebook, Mark Zuckerberg. Ci troveremo dinnanzi, come ha spiegato, ad un sistema di pagamento che nulla avrà da invidiare a quelli che oggi utilizziamo normalmente su altre app come Amazon o Paypal.

Sfruttando la tecnologia UPI (Unified Payment Interface) ci consentirà di effettuare i pagamenti degli acquisti fatti in tutti gli e-commerce che supporteranno questo nuovo metodo di pagamento. Potremo, inoltre, con il Peer To Peer scambiare denaro in maniera semplice e veloce con parenti ed amici che fanno parte della nostra lista contatti.

Per utilizzare WhatsApp Pay basterà associare il proprio account ad un conto corrente bancario o ad una carta di credito. Tutte le transazioni che andremo ad effettuare passeranno attraverso questi strumenti.

Perché nasce WhatsApp Pay

Parlando alla stampa di questo nuovo progetto, Zuckerberg ha precisato come esso sia nato essenzialmente per due motivazioni. La prima trova conferma nel fatto che, al giorno d’oggi, i pagamenti digitali sono sempre più diffusi e i trend ci dimostrano che lo saranno sempre di più in futuro. Adeguarsi, dunque, è fondamentale. La seconda sembrerebbe collegata alla criptovaluta di Facebook, Lybra, che dovrebbe essere rilanciata con questo progetto.

Attualmente non è ancora stato chiarito in quali nazioni esordirà WhatsApp Pay. Si vocifera, comunque, che tra queste potrebbe esserci anche l’Italia. Attendiamo una conferma ufficiale, pronti a testare in ogni sua parte le potenzialità di questa nuova funzione dai tratti davvero molto interessanti.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!