Home Spettacolo Taylor Swift, capricci da star: perché ha saltato i Grammy

Taylor Swift, capricci da star: perché ha saltato i Grammy

0
Taylor Swift, capricci da star: perché ha saltato i Grammy
Taylor Swift

Taylor Swift: una fonte anonima racconta che la decisione di non presentarsi ai Grammy Awards deriva da un capriccio

Taylor Swift non si è presentata ai Grammy Awards 2020 perché gli organizzatori non le avrebbero garantito di ritirare il premio per la canzone dell’anno. Diverse fonti hanno confermato a Page Six che il team della pop star ha discusso qualche giorno prima dell’evento live con i pezzi grossi.

Hanno comunicato che la loro protetta avrebbe partecipato e tenuto un’esibizione solamente se avesse conquistato un ambito riconoscimento. Ma di rimando i responsabili dello show hanno spiegato di esserne all’oscuro. E non avrebbero piegato le regole, neppure per lei.

La richiesta agli organizzatori

L’entourage di Taylor Swift, secondo quanto affermato da uno degli addetti ai lavori – ha chiamato così da accertarsi l’effettiva assegnazione del Grammy. E anche se non costituiva una richiesta esplicita, di certo volevano scoprire se Taylor fosse stata decretata vincitrice. Nella conversazione è saltato fuori l’aut-aut: o avrebbe trionfato in qualche categoria o avrebbe saltato l’evento.

Un altro insider ha confermato la voce. È risaputo nel settore che i collaboratori di Taylor Swift hanno chiamato per scoprire se la attendeva un Grammy, ma non gliel’hanno detto, quindi si è tirata indietro.

Ad ogni modo, è una pratica comune voler sapere l’esito delle votazioni. E chiunque conosce la volontà di Taylor di vincere, sempre. Tuttavia, un portavoce della canadese ha smentito ogni illazione, invitando alla calma: tali dichiarazioni di fonti anonime e non identificate sono false e ridicole al 100%. Semplicemente ha preso una scelta differente.

Taylor Swift a mani vuote

Swift ha ottenuto la nomina anche per il Miglior Album Pop Vocale e la Migliore Interpretazione Pop Solista. Ha perso nella corsa alla canzone dell’anno, superata dall’esordiente Billie Eilish e la sua Bad Guy.

Si mormorava inoltre di proteste della cantante contro lo spettacolo dopo la messa in congedo dell’amministratore delegato della Recording Academy, perché accusata di molestie sessuali da un assistente e i voti sarebbero stati truccati.

Sulla reale motivazione le persone vicino alla Swift hanno preferito evitare di pronunciarsi, perciò ognuno è libero di trarre le proprie conclusioni. Comunque sia, l’interprete, incline ai capricci, ha saputo ancora una volta fare notizia.