Valerio Scanu: “Il Cantante Mascherato è arrivato nel periodo più buio”

Valerio Scanu traccia un bilancio dell'esperienza a Il Cantante Mascherato
Valerio Scanu

Valerio Scanu commenta la sua esperienza a Il Cantante Mascherato

Si è concluso venerdì 31 gennaio 2020 il percorso di Valerio Scanu a Il Cantante Mascherato, nuovo format proposto da Milly Carlucci su Rai Uno, già campione di ascolti in diversi Paesi. La prima edizione italiana, appena conclusa, è stata un successo, uscita nettamente vincitrice contro un agguerrito concorrente come il Grande Fratello Vip 4 di Alfonso Signorini.

Nella finale i telespettatori hanno potuto conoscere l’identità degli ultimi partecipanti, tra cui Valerio, che nel corso della competizione ha indossato la maschera dell’Angelo.

Tra i giudici de Il Cantante Mascherato, quello di Valerio Scanu era uno dei maggiormente ipotizzati, tuttavia solamente nella finalissima si è scoperto a chi appartenesse la soave voce dell’Angelo, una delle maschere più apprezzate nel corso dell’intera trasmissione.

Le impressioni a caldo

Svelata la propria identità, qualche ora fa l’ex allievo di Amici è intervenuto su Instagram, postando un lunghissimo messaggio in cui sottolinea l’importanza di partecipare al game show appena terminato.

In sincerità – ammette Scanu – lo hanno beccato subito. Anche se lo definiranno scontato, è grato della bellissima esperienza vissuta, giunta nel momento dove stava per arrendersi. Era sul punto di gettare la spugna. Questa chiamata, giunta nel periodo più basso toccato durante il suo percorso artistico e di vita più buio della sua vita, lo ha salvato.

Prima di accettare la proposta, Valerio Scanu ha – su sua stessa ammissione – commesso degli errori. Non se ne rendeva conto e invece di correggersi continuava a calcare la mano e fare più danni che altro. Dapprima provava grande titubanza, ma poi si è dato coraggio. Intanto rimetteva a posto i cocci della sua vita, un po’ disseminati in giro.

Valerio Scanu: i due ‘angeli’ custodi

La considera una grande fortuna aver avuto l’occasione di lavorare insieme ad artisti del calibro di Bruno Corazza, Luigi Saccà e tutti gli altri. Mentre eseguiva le prove, si divertivano un sacco. Poi, ringrazia le altre persone incontrate, tra cui Raimondo Todaro.

Ogni volta che Valerio Scanu calcava il palcoscenico provava forte timore, ma il ballerino di Ballando con le Stelle lo ha fatto sentire fin dalla prima puntata protetto, come farebbe un fratello maggiore. Infine, Valerio conclude scrivendo grazie (tutto in maiuscolo) a Milly Carlucci. Beato chi come lui ha avuto la possibilità di incontrarla.

Nonostante il cantante pensa gli daranno del retorico, farebbe bene a rilassarsi. Chiunque abbia avuto modo di seguirlo nelle precedenti avventure televisive sa perfettamente quanto sia poco avvezzo alle smancerie, perciò deve essersi trovato davvero a casa nel programma. E anche se non ha vinto ne esce molto più carico.

View this post on Instagram

E anche questa è andata…ma diciamoci la verità:mi avete tanato subito…è stata una bellissima esperienza…direte : “come sei scontato”…eh sì ma è la verità… un’esperienza arrivata in un momento in cui stavo per dire “basta” ed ero lì e lì seriamente…la chiamata per @ilcantantemascheratorai arriva nel periodo più basso del mio percorso artistico ma anche nel periodo più buio della mia vita…quei periodi in cui si commettono degli errori che non riesci a captare come tali e invece di renderti conto continui a calcare la mano e a fare più danni che altro… inizialmente ero molto titubante ma poi mi sono detto “sì, voglio mettermi in gioco”…contestualmente rimettevo a posto i pezzi di puzzle della vita mia che avevo un po’, come dire, spiegazzato e sparpagliato in giro…via con le prove musicali… e da lì la grande fortuna di lavorare con Professionisti del calibro di Luigi Saccà, @stefy.caracciolo , Bruno Corazza and Company… la cosa bella é che si andava a provare , si lavorava ma ci si divertiva tanto tanto tanto… ma il cantante mascherato è anche molto altro… c’è la maschera ed è proprio per quella che ho avuto conosciuto @fulvio.pannese , Flavia, Valentina (x2), Riccardo (x2) che mi hanno seguito e guidato (nel vero senso del termine) durante questo percorso… un grazie a Simone Troschel che tramutava in parole ciò che spesso non riuscivo a esprimere… grazie a @nonissimone ,mio alterego, col quale ci siamo steccati spesso il pranzo (e pure qualche caffè con @gianbig ma non lo diciamo a nessuno) per il costante sostegno morale… ogni volta che salivo sul palco ero molto impaurito ma c’è sempre stato chi dalla prima puntata mi ha fatto sentire protetto come farebbe un fratello maggiore ed è @todaroraimondo … lui captava, non so come, che avessi bisogno di una parola o di una stretta di mani per poter prendere fiato e accendere i motori… grazie a @laviniacdm per i costanti accorgimenti… grazie a @giancarlodeandreis per i confronti-Scontri sui brani… GRAZIE @milly_carlucci , per tutto ciò che già sai! Beato chi come me ha avuto la possibilità di incontrarti nel suo percorso di vita. Il Vostro Angelo

A post shared by VALERIO SCANU OFFICIAL (@valerio_scanu) on

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!