Vincenzo Mollica: l’ultimo Festival prima dell’addio alla Rai, grazie anche allo zampino di Fiorello.

Mollica e il suo ultimo Festival, grazie anche all'aiuto di FIorello
Vincezo Mollica

Quello di quest’anno sarà il 39esimo e ultimo collegamento del noto giornalista dal balconcino del Teatro Ariston

La sua partecipazione è stata in bilico sino ad un mesetto fa. Viale Mazzini ha ceduto anche grazie al pressing di Fiorello.

Quando pensiamo la Festival di Sanremo, uno degli appuntamenti televisivi più seguiti e discussi dell’anno, diamo quasi per scontato quel collegamento alla fine del Tg di Rai Uno che precede l’inizio della kermesse. E dall’altra parte c’è sempre stato lui: Vincenzo Mollica.

Quest’anno il noto giornalista andrà in pensione, proprio allo scadere del mese di febbraio e si pensava che non avrebbe partecipato alla 79° edizione. E invece per Vincenzo Mollica è l’ultimo Festival prima dell’addio alla Rai, grazie anche allo zampino di Fiorello.

Lo scorso novembre, ospite del comico siciliano a Viva RaiPlay, Mollica aveva annunciato che non avrebbe fatto il consueto collegamento dal balconcino dell’Ariston, gettando tutti gli ospiti, e il suo grande amico Fiorello, nello sconforto.

A quel punto, Fiorello, ha lanciato la sua campagna social per chiedere alla Rai un regalo di pensionamento per il giornalista: l’ultimo Festival. L’idea è stata sposata alla fine dall’amministratore delegato Salini e dal direttore del Tg1 Giuseppe Carboni.

Festival e Mollica: una storia lunga 39 anni

Come riporta Fanpage, il giornalista si è detto felice e commosso della proposta, a coronamento di una carriera nel giornalismo televisivo ricchissima. Una presenza, quella al Festival, che è stata minata anche dello stato di salute di Mollica.

Il giornalista infatti è affetto dal Morbo di Parkinson ed è divenuto quasi cieco, come lui stesso ha spesso raccontato, a causa di un glaucoma. Ma quest’anno vedremo ancora il suo balconcino, che fu un’idea nata negli anni ’90, quando Pippo Baudo non voleva collegamenti per non svelare la scenografia del teatro. Rimasta poi una vera e propria icona della televisione: infatti, prima delle serate del Festival, gli artisti e i presentatori si susseguono al microfono del giornalista.

Mollica crede in Amedeus

L’appoggio di Vincenzo Mollica al nuovo conduttore del Festival, Amadeus, è importante e per nulla scontato. Il giornalista ha dichiarato di aspettarsi molto dall’ex presentatore de L’eredità, dichiarando che il suo garbo e la sua passione ne avevano fatto un candidato naturale per il palcoscenico. Nonostante le polemiche che hanno accompagnato la sua nomina a direttore artistico, il grande vecchio della televisione italiana crede in lui. Staremo a vedere.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!