Dyanne Thorne addio, muore una vera icona del cinema

Dyanne Thorne
Dyanne Thorne

Dyanne Thorne è morta: lutto nel mondo del cinema, la tragica scomparsa dell’attrice di film erotici

Il mondo del cinema è in lutto per la morte di Dyanne Thorne nota attrice del cinema erotico del filone exploitation. La donna è morta qualche giorno fa. Era molto famosa negli anni 70 ed è ricordata soprattutto per i film Ilsa la belva del deserto, La tigre del sesso e Ilsa la belva delle SS.

L’attrice è morta il 28 gennaio, ma la notizia della morte è arrivata soltanto adesso. Aveva 83 anni e ne avrebbe fatti 84 ad ottobre. Nata nel Connecticut, aveva iniziato la sua carriera come cabarettista a New York e come cantante.

Dopo aver fatto la comparsa in diversi film, alla fine entrò in un cortometraggio con Robert De Niro. Partecipò a Star Trek nell’episodio Chicago anni 20 e poi ha iniziato la sua esperienza invece nel cinema che faceva parte del filone di tipo erotico.

Dyanne Thorne e la sua carriera

L’attrice Dyanne Thorne era amata, praticamente da tutti. Infatti, il fatto che avesse deciso di girare dei film a luci rosse non aveva fatto cambiare idea alle persone nei suoi confronti. Dyanne era una donna molto particolare e dalla grande personalità.

Nel corso della sua carriera aveva deciso di fare questa inversione iniziando a girare delle pellicole molto hot, tra queste vi sono Le avventure erotiche di Pinocchio, Raptus erotico e la trilogia di Ilsa, oltre al film il Punto del terrore.

Queste pellicole furono un po’ scandalose all’epoca, anche perché nello stesso periodo aveva sposato un attore ebreo. Tra gli ultimi film a cui ha partecipato nel grande schermo, vi era Real Men – Noi uomini duri. In quella pellicola lei faceva il padre transessuale di Jim Belushi. In quegli anni la donna si occupava anche molto del teatro insieme a suo marito.

La morte inaspettata della attrice del mondo hot

Le notizie della morte di Dyanne Thorne ha colpito non poco il mondo del cinema. La famiglia ha deciso di dare la notizia molto tardi. Però tutti l’hanno ricordata con grande piacere. Del resto, la donna era una delle icone del Women in Prison film, cioè le pellicole dove c’era l’ambientazione carceraria con un cast femminile.

Ancora oggi, si ricorda con particolare attenzione proprio perché era davvero innovativa. Insomma, un momento di lutto che ancora ricopre tutto il mondo del cinema e quanti conoscevano questa donna che si è fatto apprezzare anche quella sua forte personalità.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!