Gaia Girace, in crisi per L’Amica Geniale: “Pensavo di non farcela”

Gaia Girace
Gaia Girace

Gaia Girace ha temuto di non farcela sul set de L’Amica Geniale

Torna su Rai Uno lunedì 10 febbraio L’Amica Geniale, la serie tv diretta da Saverio Costanzo e tratta dai romanzi di Elena Ferrante. Tra i personaggi chiave delle vicende rappresentate su schermo l’adolescente Lila, interpretata da Gaia Girace, giovanissima attrice al debutto sul set.

Le splendide prove di recitazione offerte nella prima stagione sono valse la conferma per le nuove puntate. Forte del bagaglio tecnico acquisito, oggi ha tanta autoconsapevolezza in più rispetto agli esordi, tuttavia la ragazza, come la larga parte dei protagonisti della fortunata serie tv, ha lottato per guadagnare spazio, superando vari provini prima che i produttori scegliessero proprio lei.

Quella dei casting è una delle fasi emotivamente più faticose. Sottoporsi al giudizio altrui non deve essere di certo stato una passeggiata, ma Gaia Girace ha patito soprattutto il poi, ovvero il momento in cui, una volta ottenuta la parte, si è presentata alle riprese e infatti in un’intervista concessa a Di Più non ne fa mistero.

Giorni spossanti

I primi giorni di lavoro sono stati decisamente spossanti, fisicamente e psicologicamente. I ritmi erano serrati, le battute cambiavano continuamente, dovevano rifare ciascuna scena varie volte. La qualità pretesa da Saverio Costanzo ha permesso comunque a Gaia Girace di prendere pienamente confidenza con le telecamere e di offrire la sua versione migliore.

Lui l’ha invitato a non farsi bloccare da sé stessa, dal timore di non riuscire a dare il 100%: meglio lasciarsi andare, non pensare troppo e divertirsi. La giovane ha seguito il suo consiglio e da lì in poi tutto è andato per il verso giusto. E i 6 mesi di riprese, svolte da febbraio allo scorso luglio, sono volati via.

Gaia Girace: l’impegno nello studio

Nelle settimane delle riprese, la Girace è stata costretta a lasciare la scuola che frequentava, il liceo linguistico. Ha studiato con un insegnante privato e l’estate precedente ha sostenuto un esame per venire ammessa al secondo anno. L’ha superato a pieni voti, ma per farcela si è impegnata un sacco, passando sui libri il poco tempo libero a disposizione.

Inoltre, si è iscritta a corsi di recitazione dove potrà ulteriormente affinare le basi tecniche. Secondo anche l’autorevole parere degli esperti ha già un ottimo grado di preparazione e, vista l’età, possiede enormi margini di miglioramento.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!