Selvaggia Lucarelli affossa Francesca Sofia Novello: “Senza senso”

Selvaggia Lucarelli
Selvaggia Lucarelli

Selvaggia Lucarelli condanna la partecipazione di Francesca Sofia Novello a Sanremo 2020

Quando deve dire qualcosa, Selvaggia Lucarelli non va mai troppo per il sottile. E così fa pure nei confronti di Francesca Sofia Novello, una delle 10 co-conduttrici del Festival di Sanremo 2020 finita suo malgrado subito al centro dell’attenzione per quell’infelice uscita dello stare un passo indietro del direttore artistico Amadeus.

Nelle pagelle pubblicate su TPI, la blogger fa una premessa. Se la Novello osa dire che viene criticata perché sessisti o le donne sono le peggiori amiche delle donne e amenità simili, la querela in sede civile e penale e si rivolge alla corte europea dei diritti dell’uomo. Non ne può davvero più di donne scaltre, le quali puntano il dito contro chi osa criticarle, descritte come nemiche, invidiose, bulle, sessiste e antisolidali.

Presenza priva di senso

Dopodiché Selvaggia Lucarelli prosegue con l’affondo, entrando nello specifico sulla prova della Novello sul palco dell’Ariston. La modella è lì in quanto sentimentalmente legata a Valentino Rossi, sulla falsariga di Georgina Rodriguez, chiamata in quanto dolce metà di Cristiano Ronaldo. Fin qui sono nella sfera delle responsabilità di chi le invita, e ci si può fare poco.

Tuttavia, Selvaggia Lucarelli crede sia opportuno dare un senso alla propria presenza. E nel caso della Novello il senso non lo trova. E aggiunge: una vocina imbarazzata e imbarazzante, roba che al confronto Chiara Ferragni nella pubblicità pare Luca Ward. Dialoghi imperdibili pieni di domande stupide e frasi banali.

Selvaggia Lucarelli ignora il saggio al pianoforte

Il lancio del direttore d’orchestra da lei eseguito l’è sembrata la recita di Natale delle scuole elementari. Le hanno comunicato che alle 2 di notte era previsto un suo saggio al pianoforte. La perdonerà se recupererà l’esibizione negli archivi del Conservatorio, tra Ravel e Schubert. In conclusione, il voto 1 racchiude la sonante bocciatura.

Le aspettative attorno al Festival di Sanremo sono sempre elevate. Per omaggiare l’importante anniversario della manifestazione (ha compiuto 70 anni), Amadeus voleva scompigliare le carte e dare una ventata di freschezza allo show. Uno sforzo ripagato da ascolti record, pure nella fascia dei giovanissimi, ma Selvaggia si erge a portavoce di chi ritiene siano state fatte scelte sbagliate.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!