Avril Lavigne 2014
La cantante canadese Avril Lavigne ha rivelato ai fan di non stare bene.

Avril Lavigne, l’eterna reginetta del pop punk (o pink?) rock, ha messo in allerta i suoi fan, rivelando su Twitter di avere problemi di salute. In risposta all’account di supporter @AvrilMusicChart, la cantante ha infatti spiegato sul social network il perché della sua assenza dalla scena: “Non sto bene. Ho problemi di salute. Pregate per me”. L’autenticità del messaggio è stata confermata dal suo portavoce, che non ha dato informazioni più dettagliate sulle effettive condizioni di salute di Avril Lavigne (smentendo, però, le voci riguardanti una possibile gravidanza).

Il messaggio choc di Avril Lavigne su Twitter
L’account di supporter @AvrilMusicChart riporta il messaggio della cantante ai suoi fan.

Avril Lavigne, trent’anni compiuti il 29 settembre e cinque album all’attivo, ha inoltre aggiunto di essere dispiaciuta per non aver potuto dire prima ai fan cosa le stesse accadendo e spiegare i motivi dell’assenza, dato il suo carattere estremamente schivo e riservato. I sostenitori della cantante si sono subito mobilitati twittando tutto il loro sostegno con gli hashtag #PrayforAvril e #GetWellSoonAvril.

Avril Lavigne 2014 Twitter
A sinistra, Avril Lavigne e Hello Kitty (Twitter, novembre 2014).
A destra, la cantante durante i festeggiamenti per il suo trentesimo compleanno (Twitter, settembre 2014).

Risale proprio allo scorso settembre l’ultima apparizione in pubblico di Avril Lavigne, dopo il divorzio da Chad Kroeger, il cantante dei Nickelback – a cinque anni, fra l’altro, dalla fine del matrimonio con Deryck Whibley, frontman dei Sum 41 –. La coppia, che si era conosciuta durante la lavorazione del quinto e omonimo album di lei, si era promessa amore eterno il primo luglio 2013.

Un 2014, insomma, non facile per la cantante: sperando che l’anno nuovo possa portare buone notizie, ci uniamo al coro dei suoi sostenitori. Avril, we are with you!

Avril thanks Twitter
Avril Lavigne ringrazia su Twitter i fan per il loro sostegno.
Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!