Detenuto picchiato e umiliato in carcere: video diventa virale

Detenuto picchiato e umiliato
Carcere (foto d'archivio)

Un giovane ventunenne ha subito una vera e propria umiliazione in carcere da parte di altri ospiti dello Stato. Il detenuto picchiato e umiliato in carcere, è accusato di stupro. Ospite nel carcere di Pentonville, ha subito vessazioni e aggressioni, che adesso saranno valutati dal Ministero della Giustizia inglese.

Detenuto picchiato e umiliato: le voci su questi episodi sono reali

Si sente dire spesso che gli ospiti delle carceri accusati di determinati tipi di reati vengano puniti dai loro “colleghi”. Le dicerie non sono bugie. Un trattamento poco carino viene riservato a chi abusa su minori e ahi stupra le donne.

Molte volte le guardie penitenziarie anche dalle nostre parti, sono costrette ad intervenire in faide e liti interne, dove uno di loro finisce succube degli altri, quasi come a dover pagare in modo brutale le brutte azioni compiute fuori dal carcere.

Questo è quello che ha subìto il detenuto picchiato e umiliato nel carcere inglese. Il ragazzo 21 anni è stato vittima di una vendetta dei suoi compagni, i quali oltre ad aggredirlo lo hanno anche filmato con un cellulare. Lo stupratore è in attesa della sentenza di condanna nei suoi riguardi, prevista entro il prossimo mese. Deve infatti rispondere di violenza sessuale di gruppo.

Il reato compiuto e la vendetta dei carcerati

Il detenuto picchiato e umiliato in carcere, di cui non si conoscono le generalità per questioni di privacy, ha costretto una giovane ad avere un rapporto sessuale. I due uomini in sua compagnia invece hanno ottenuto con la forza un rapporto sessuale orale. Aveva intrappolato la giovane in HN appartamento londinese, poi aveva approfittato di lei.

Dinanzi alla sua storia, ben nota agli altri carcerati, la loro reazione non è tardata ad arrivare. Lo hanno malmenato, poi gli hanno messo la testa nel water e infine lo hanno ripreso. Gli altri, la cui unione fa la forza, lo hanno circondato, spogliato, dunque gliene hanno date di santa ragione. Dinanzi al video registrato in carcere, il Ministero della Giustizia inglese indagherà a riguardo. Questo al fine di prendere le dovute decisioni sanzionatorie a riguardo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!