Karim Capuano a Pomeriggio Cinque, “Ho visto Gesù”

Karim Capuano
Karim Capuano a Pomeriggio Cinque

Karim Capuano, ex tronista di Uomini e Donne, è tornato, dopo una lunghissima assenza, in televisione. Ha, infatti, partecipato a Pomeriggio Cinque.

Ospite di Barbara D’Urso ha raccontato i retroscena del periodo più brutto della sua vita, il coma successivo al gravissimo incidente stradale di cui è stato vittima. L’uomo ha raccontato di aver visto Gesù lasciando tutti, in studio e a casa, non poco perplessi.

Le parole di Karim Capuano sulla sua esperienza ultraterrena

Karim Capuano, poco tempo dopo la partecipazione a Uomini e Donne, è stato protagonista di un terribile incidente che lo ha ridotto in condizioni gravissime. Giorni e giorni di coma ed un’esperienza paranormale che lui stesso ha definito unica ed irripetibile nel suo genere. Le parole dell’uomo hanno lasciato molto perplessi gli ospiti ed il pubblico soprattutto per l’estrema convinzione con cui venivano pronunciate.

“Ero con Gesù su una nuvola e lui mi imboccava. Ero in coma irreversibile, l’encefalogramma era piatto, non c’era attività cerebrale, non potevo sognare né avere nessun tipo di sensazione”. Esordisce così Karim Capuano negli studi di Pomeriggio Cinque. E poi prosegue “Sentivo qualcuno vicino a me che mi imboccava ed ero sicuro fosse Gesù, mi sentivo in pace”.

Dopo aver raccontato le sue sensazioni in quei giorni particolarissimi della sua vita, Karim ha concluso affermando che quella è stata un’esperienza che gli ha cambiato la vita in positivo. Una prova di come, da un evento tragico, siano nate consapevolezze ed emozioni irripetibili e positive.

Capuano, l’incidente che gli costò quasi la vita

L’incidente stradale che, lo ricordiamo, si verificò nel 2011 fu causato da un autobus che, immettendosi sull’Appia, a Velletri, si scontrò contro la smart guidata da Karim Capuano. Fu quest’ultimo, naturalmente, ad avere la peggio con una prognosi poco incoraggiante e più di un mese di coma.

In seguito ai controlli effettuati, Capuano risultò avere un tasso alcolemico oltre il consentito. Il risarcimento arrivò, invece, dalla compagnia Cotral che indennizzò l’uomo con un milione e 200 mila euro perché, dopo l’incidente e le sue ripercussioni sulla salute, Capuano aveva dovuto rinunciare alla carriera nel mondo dello spettacolo.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!