“Che figura di me**a…”: Striscia la Notizia, Flavia Vento la combina grossa, smascherata [FOTO]

Flavia Vento la combina grossa: il messaggio su Twitter pieno zeppo di errori

Ad inizio settimana, la soubrette Flavia Vento che ultimamente è spesso ospite nei programmi di Barbara D’Urso, ha condiviso sul suo profilo Twitter un post in difesa degli animali. Fin qui nulla di strano anzi è qualcosa che le fa onore. Ma la sua iniziativa social ha provocato numerose polemiche.

C’è da dire che è stato il contenuto del messaggio a far arrabbiare gli utenti del web la ragione di provocare tale polverone, ma la forma. In che senso? Il tg satirico Striscia la Notizia ha mostrato che il tweet in questione conteneva molti errori grammaticali che non sono passati per niente inosservati.

Il post incriminato su Twitter della nota soubrette

Il post di Flavio Vento che ha postato sul suo account Twitter recita: “Quando mi dicono mi fanno schifo i cani, io gli rispondo a me gli esseri umani. Gli animali sono meglio di noi che in 100 anni hanno distrutto un pianeta”.

Gli errori di ortografia sono tanti e pure evidenti, infatti tutti coloro che la seguono sul social media non hanno perso tempo nel farglielo notare. La reazione del popolo del web non è stata gentile, scrivendole dei commenti anche molto aggressivi. (Continua dopo il post)

La reazione del popolo del web e il servizio del TG satirico Striscia la Notizia

In tanti, infatti, hanno accusato la soubrette Flavia Vento di non prestare troppa attenzione a ciò che scrive e pubblica. Quindi le hanno consigliato di rileggere il contenuto prima di farlo vedere ai fan. Mentre altri internauti  le hanno puntato il dito contro dicendole di aver praticamente rovinato la lingua italiana.

La showgirl non è di certo nuova ai strafalcioni e di questo ne sanno tanto quelli del tg satirico Striscia la Notizia che in questi anni ne ha mostrati tanti sul piccolo schermo. Arriverà nelle prossime ore la replica da parte della diretta interessata oppure farà finta di nulla? Non resta che attendere.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!