Coronavirus, 2 morti in Italia, bilancio in costante aggiornamento

Il Coronavirus che si è diffuso dapprima in Cina e che ha, finora, causato tantissimi decessi e contagi, è arrivato in Italia. Attualmente le regioni più colpite risultano essere la Lombardia e il Veneto. Tra le due regioni sono, in totale, 36 i soggetti risultati positivi al test. Un numero, però, in costante aggiornamento che varia di minuto in minuto. Due, fino a questo momento, i decessi.

Coronavirus, è emergenza in Lombardia e Veneto

Dopo il primo caso di Coronavirus in Italia, un uomo di 38 anni della provincia di Lodi, si è già arrivati ad un numero di contagiati pari a 36 persone. Un numero costantemente in aggiornamento. Nelle ultime ore, inoltre, è morta una donna di 75 anni che si è aggiunta al decesso dell’uomo di 78 anni avvenuto nella tarda serata di ieri 21 febbraio.

La donna, di Casalpusterlengo viveva da sola ed è morta in casa. Gli accertamenti successivi alla morte hanno stabilito che a causare il decesso è stato proprio il Coronavirus. La donna era stata al pronto soccorso di Codogno, lo stesso dove si trovava il cosiddetto “paziente uno”, il 38enne lodigiano.

Nuovi casi si sono registrati, nelle ultime ore, nel Nord dove pare essersi concentrato il focolaio del virus. Il Veneto con comuni della provincia di Venezia e Padova e la Lombardia con Lodi e Pavia in prima fila.

La quarantena per i comuni colpiti e il cordoglio per i morti

Nei comuni colpiti dal Coronavirus si sta cercando, in ogni maniera, di isolare il virus ed evitare che questo si diffonda ulteriormente. Diverse le persone in isolamento, altre sono già ricoverate, altre ancora, lo sappiamo, sono state dichiarate ufficialmente contagiate.

Il premier Conte ha espresso il suo cordoglio su Facebook per i parenti delle due vittime decedute “il cordoglio di tutto il governo va alle due vittime e alle loro famiglie” ha scritto. Intanto si lavora alacremente per fronteggiare l’emergenza nella maniera migliore. In un comunicato ufficiale la popolazione è stata invitata a chiamare i numeri di emergenza solo se strettamente necessario.

Considerato che i casi sono, come anticipato, in continuo aggiornamento e si attendono novità in merito.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Patrizia Maimone: Appassionata di scrittura, webwriter con esperienza decennale, sono convinta che le parole sono al centro del mondo. Come diceva Alessandro Baricco, "Scrivere è una forma sofisticata di silenzio".