Cacciata da Avanti un altro: insulti e offese dopo la decisione di Paolo Bonolis e gli autori

Avanti un altro!

Allontanata una signora dal pubblico di Avanti un altro!

Da quasi due mesi Avanti un altro!, il game show del preserale di Canale 5 fa compagnia a circa cinque milioni di telespettatori. Infatti grazie a Paolo Bonolis, Luca Laurenti e tutti i personaggi del mini-mondo, il pubblico trascorre un’ora di relax e divertimento.

Difficilmente nello studio 1 del centro Elios di Roma sono accadute delle cose negative, tranne i siparietti divertenti dei due conduttori. Tuttavia nelle ultime ore un autore del programma Mediaset ha fatto delle confessioni clamorose su una signora del pubblico.

Il racconto dell’autore Marco Salvati

Essendo una delle trasmissioni televisive più seguite su Canale 5, la produzione di Avanti un altro! organizza dei pullman per far arrivare in studio persone provenienti da tutto lo Stivale. E proprio una signora del pubblico avrebbe creato un momento molto imbarazzante.

Il tutto sarebbe accaduto in una delle recenti registrazioni, tanto da costringere un autore del game show targata Mediaset ad allontanarla dal centro Elios. Il motivo? A svelare l’accaduto è stato Marco Salvati, storico autore della trasmissione prodotta da SDL 2005, che nelle ultime ore si è sfogato sul suo profilo personale Twitter, rendendo noto ciò che è successo.

Donna si presenta con un tatuaggio del duce sul petto: l’autore l’allontana dallo studio

Attraverso un post su Twitter, Marco Salvati, autore di Avanti un altro! ha fatto sapere che la signora del pubblico si è presentata in studio con tatuaggio del duce (Benito Mussolini) sul petto. A quel punto lui l’ha invitata ad allontanarsi o uscire. Il professionista le ha citato anche la legge Scelba e il relativo reato che stava commettendo.

A quel punto la donna in questione ha iniziato a ricoprirlo di insulti, quindi è stato costretto a chiamare la sorveglianza per farla allontanare. Le andava via gridando: “lo farò sapere a Salvini!”. Dopo il racconto, sotto il post in questione sono arrivati centinaia di commenti di solidarietà nei confronti dell’autore e caro amico di famiglia di Paolo Bonolis. Ecco il post:

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!