Pulizie bagno: il metodo geniale di una mamma per spronare i figli [FOTO]

Una donna australiana, esausta dal mancato contributo di marito e figli alle faccende domestiche, ha escogitato un metodo geniale

È lavoro da donne. Una frase tanto comune da diventare quasi un motto per chi, scansafatiche, si rifiuta di contribuire alle faccende domestiche. Per questo, in Australia una mamma esausta, sentendosi l’unica coinvolta nelle pulizie di casa, ha escogitato un nuovo, geniale, metodo. Ogni tanto attacca delle banconote ai rotoli di carta igienica e i pezzi di carta lasciati mestamente sul pavimento.

Quando il denaro non viene raccolto, alza la posta in palio: chiunque si renda utile potrebbe essere ricompensato con una piccola fortuna. Purtroppo per lei, nessuno della sua famiglia si è finora unito alla raccolta della spazzatura, lasciando sola la loro mamma, che lavora sodo, a reclamare il proprio denaro.

Pavimento immacolato

Pubblicando l’idea su Facebook, il genitore ha incluso un collage fotografico di un rotolo di carta igienica lasciato sul pavimento del bagno, mostrando come sia rimasto intatto per ben sette giorni. Se solo qualcuno ci avesse pensato, avrebbe scoperto una banconota da 20 dollari allegata con il messaggio… chi la trova la tiene!

Nella didascalia la mamma ironizza: se ti serve qualcosa che ispiri figli e mariti a riordinare la casa, è meglio farsi venire idee alternative. Perché questo gioco non ha funzionato nel suo caso, forse un giorno.

Almeno per il momento, continuerà ad alzare il montepremi, consapevole che tornerà. Altri genitori, riconosciuto l’impegno e desiderosi di provare il gioco in prima persona, hanno messo migliaia di like al post, come riportato dal quotidiano Metro.

Dalle buone alle cattive maniere

I figli di un utente – si legge – probabilmente lo raccoglievano, tiravano fuori i soldi, li buttavano per terra e dimenticavano il vero scopo. Un secondo ha avuto più o meno analoga fortuna: i rotoli inizierebbero a decomporsi in bagno – nessuno li raccatterebbe anche se gli salvasse la vita.

Infine, una mamma ha adottato un approccio meno sottile nel tentativo di convincere la sua prole a dare una mano. Rinnovata la zona lavanderia, ha aggiunto un grande cartello per tutti gli altri che vivono in casa, dove lancia un monito: o avrebbero messo via il bucato o si sarebbe beccati un pugno in gola… con affetto!

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!