Trading online e truffe: nasce un servizio online che difende le vittime

I siti che offrono consulenza sul trading online sono in aumento, ma molti sono delle truffe bell’e buone. Nasce un servizio online capace di difenderci dagli imbroglioni.

Spuntano ogni giorno, come funghi nel bosco dopo una settimana di pioggia, queste piattaforme che offrono consulenza sul trading online, ma la maggior parte (e non stiamo esagerando) sono delle vere e proprie truffe.

La Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa), che è appunto l’ente predisposto a sorvegliare ciò che avviene nel mondo del trading online e a tutelare coloro che effettuano operazioni tipo investimenti, ogni giorno è impegnata a oscurare siti. Questo per dire che il numero in aumento non è tanto delle piattaforme di consulenza trading online, ma piuttosto dei bugiardi e dei ladri che tentano di estorcere denaro a chiunque capiti loro a tiro.

Non c’è da stupirsi se molte persone, soprattutto oggi che l’informazione ha fatto il giro del mondo, hanno cominciato a diffidare di questo settore. Si sta demonizzando, ingiustamente a dir poco, il trading online e il mondo della Borsa, a causa di una certa quantità di truffatori che provano a fare i furbi.

Da ora in poi, però, le persone possono stare più tranquille, perché c’è una novità: sta nascendo Tutela Trader, un servizio online che serve appositamente a difendere tutti coloro che sono caduti nel tranello di qualche finto consulente o broker, o coloro che potrebbero potenzialmente caderci.

Tutela Trader aggiunge ai vari servizi che si trovano in giro una solida tutela legale offerta dallo studio Aiello di Torino, specializzato per l’appunto nelle truffe sul trading.

Non è però il solo servizio a disposizione degli utenti della rete: infatti, il servizio offerto da migliorbrokerforex, una piattaforma che raccoglie moltissimi follower, è quello ad esempio di svelare l’inganno dei metodi fraudolenti utilizzati come specchietto per le allodole dai criminali del trading.

Grazie a migliorbrokerforex prima e a Tutela Trader, da oggi in poi, le persone potranno dormire sonni tranquilli, sapendo che c’è sempre qualcuno a guardare loro le spalle. Fare investimenti non deve essere un incubo, o peggio un tabù: è un lavoro come un altro, con la sola differenza che la percentuale di rischio è alta, ma la ricompensa per chi ce la fa lo è ancora di più.

I siti di truffe sul trading online si possono riconoscere? La risposta è sì

I truffatori finanziari usano tattiche sofisticate ed efficaci per indurre le persone a separarsi dai loro soldi.

Ecco sei passaggi che puoi adottare per aiutarti a individuare una truffa sugli investimenti.

  • Verifica le credenziali. Non innamorarti di un titolo stravagante o di altri slogan sul successo. I truffatori sperano che se danno questa parvenza di eleganza e successo, non ti preoccuperai di controllare le loro credenziali.  Ma tu controlla, controlla sempre se sono certificati e se sono presenti nei registri della Consob.
  • Non inseguire “ricchezze fantasma”. Sii scettico nei confronti degli investimenti che garantiscono un certo rendimento o promettono profitti spettacolari. Sono quelli che chi persegue le frodi online chiama “ricchezze fantasma” (cioè che non vedrai mai). Nessun venditore può fare questo tipo di promesse. La realtà è che ogni investimento comporta rischi.
  • Ignora la storia di “tutti lo stanno facendo”. Non credere che “tutti” siano d’accordo nell’affare. Diffidare di un passo di vendita che si concentra su quante persone stanno investendo, senza dirti perché l’investimento è solido. Ricorda, le frodi di affinità sono truffe che depredano membri dello stesso circolo sociale, gruppo religioso o origine etnica.
  • Non essere troppo affrettato. Se il venditore ti dice che l’offerta è solo per un periodo di tempo limitato o che le opportunità di investimento sono limitate, consideralo una bandiera rossa. Un investimento legittimo sarà ancora lì domani.
  • Non sentirti mai obbligato. Non investire perché il venditore ti offre qualcosa in omaggio. I venditori contano su questi omaggi per farti sentire in invogliato ad acquistare ciò che vendono.
  • Armati di informazioni. Impara a individuare le bandiere rosse delle frodi sugli investimenti in modo da poter proteggere te stesso e i tuoi cari. Vai a migliorbrokerforex.net per ulteriori informazioni.

Bitcoin:cosa sono, vantaggi e svantaggi

Nonostante ormai sono passati tanti anni da quando è iniziata la “moda” bitcoin, esiste ancora molta disinformazione su questo argomento.  Innanzitutto ricordiamo che il bitcoin è ancora oggi la più conosciuta tra le cripto valute ed è stata progettata nel 2009, periodo nel quale era già esplosa in maniera fragorosa la crisi economica più o meno in tutto il mondo.

Dal punto di vista tecnico bitcoin non è una moneta perché in nessun modo  è collegata a nessun valore predefinito da nessun ente e nemmeno a una materia fisica:questo significa che tante persone la chiamano moneta, ma in realtà tecnicamente la si deve definire una valuta.

Una valuta è in pratica un mezzo di scambio che viene accettato solo in determinati contesti e solo se c è un rapporto di fiducia sociale verso questa forma di pagamento e quindi non è possibile acquistare in qualunque negozio con bitcoin.

Chi acquista bitcoin avrà un portafoglio virtuale che si  chiama wallet, che sarà aperto attraverso un intermediario e da quel momento in poi verrà immesso nel registro delle transazioni,il quale conterrà tutte le transazioni fatte in entrata e in uscita.

Se parliamo di vantaggi di questa valuta non possiamo riferirci all’evasione fiscale:infatti per via della normativa che è in corso vanno dichiarati al Fisco e chi non lo farà sarà perseguito dallo Stato. Ma ci riferiamo al fatto di poter guadagnare in due modi:comprarli e tenerli per tanto tempo per farli fruttare oppure attraverso il trading.

Ma se non si è esperti di trading on line anche con i bitcoin si potrà essere soggetti a truffe da parte di sedicenti broker o siti non riconosciuti e quindi valgono i suggerimenti che abbiamo nominato all’interno dell’articolo.

Diversamente, e ci sono purtroppo tanti esempi in merito, i rischi sarebbero assolutamente reali e le conseguenze devastanti.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!