Coronavirus, Niccolò dimesso dallo Spallanzani torna a casa

Coronavirus genitori Niccolò

È passato quasi un mese dal primo rimpatrio dei cittadini italiani che da Wuhan hanno raggiunto l’Italia. Per loro era poi iniziato il periodo di quarantena, adesso già terminato. L’unico italiano a non poter partire era stato Niccolò, un 17enne di Grado, bloccato ancora in Cina a causa della febbre (non riconducibile, però, al Coronavirus).

Una volta rientrato in Italia, un po’ in ritardo rispetto al previsto, è iniziato il periodo di quarantena anche per il giovane che ha concluso questa disavventura nelle ultime ore. Proprio oggi, infatti, è stato dimesso e ha lasciato lo Spallanzani di Roma per tornare a casa, in Friuli Venezia Giulia.

Negativo al Coronavirus, Niccolò riabbraccia i genitori

Dopo circa 6 mesi di lontananza, Niccolò ha potuto, stamattina, riabbracciare i suoi genitori. Tanto il tempo che, infatti, era passato dal momento della partenza per Wuhan, in Cina, dove però era rimasto bloccato per diverse settimane. “Sono felice. Non vedo l’ora di riabbracciare i miei genitori” aveva affermato appena ieri sera il 17enne, felicissimo di poter finalmente mettere la parola fine a questa disavventura.

Anche i genitori, interrogati a loro volta, hanno affermato “È un momento emozionante, finalmente lo riportiamo a casa” per poi concludere “Dopo 6 mesi che non lo vedevamo e dopo tutto quello che è successo è stata un’emozione fortissima riabbracciarlo”.

Papabile la gioia di tutti i protagonisti di questa vicenda che, a dire il vero, ha tenuto con il fiato sospeso tutto il Paese. Ricordiamo, comunque, che Niccolò non è mai stato positivo al Coronavirus ma è stato necessario porlo in quarantena precauzionalmente.

Nascerà un libro sull’avventura di Niccolò

L’avventura di Niccolò con il Coronavirus e l’isolamento allo Spallanzani potrebbero essere l’ispirazione per un futuro libro che il ragazzo potrebbe scrivere tra qualche tempo. A confermarlo, anche se non ufficialmente, è il padre che dice “Se scriverà un libro non lo so,ha fatto una battuta dicendo che quest’esperienza meriterebbe di essere raccontata”.

Poi conclude “Ripartirà per la Cina appena la situazione sarà di nuovo tranquilla”. L’intenzione, dunque, è quella di proseguire il suo percorso in Cina, ricominciando da dove il Coronavirus l’ha costretto ad interrompere.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!