Trova portafogli in strada: 15enne lo restituisce e rifiuta ricompensa

Trova portafogli in strada
Foto d'archivio

Ragazzo trova portafogli in strada e decide di restituirlo. Un gesto più che altruista, talmente bello e virtuoso da attirare l’attenzione dei media. Questo perché gi purtroppo siamo abituati così tanto alla negatività e ai gesti egoisti, che la bontà di cuore lascia di stucco. L’episodio di generosità è avvenuto in Puglia, e il protagonista è appena adolescente.

Trova portafogli in strada: la storia di Giuseppe

Quello del ragazzo che trova portafogli in strada e decide di restituirlo è un aneddoto che sta facendo il giro del web. Il buon samaritano è Giuseppe, appena 15 anni. È un ragazzo normalissimo, impegnato in azioni di volontariato presso l’Associazione PuliAmo Terlizzi.

La scorsa domenica Giuseppe, come il suo solito, era alle prese con il controllo delle strade della zona che ha deciso di prendere in custodia. Il suo compito sarebbe quello di mantenerla pulita. Comunque, mentre stava controllando le strade, ha notato alcune buste di immondizia. Ovviamente si è chinato per metterle tutte in un angolo e poi avvisare gli operatori ecologici di passare a prenderle. Tuttavia tra questi sacchetti ha scovato  un portafogli e lo ha raccolto.

Il contenuto del portafogli e il gesto di restituirlo

Giuseppe ha guardato nel portafogli, per vedere se ci fossero i documenti del legittimo proprietario. E in effetti ha trovato tutti gli effetti personali della povera donna che aveva smarrito il suo portafogli. Oltre a documenti d’identità e a carte di credito, c’erano soldi contanti. Giuseppe non ha perso tempo. Sapeva chi fosse la donna e ha provato a cercarla su Facebook.

Si trattava di una donna del suo quartiere. Fissando un appuntamento con la stessa ha deciso di restituire tutto. La donna ha spiegato a Giuseppe di non essersi resa conto di aver smarrito il portafogli fino a quando non ha ricevuto il suo messaggio. Sorpresa dal fatto che un adolescente trova portafogli in strada e fa un gesto tanto altruista, la donna voleva ricambiare il favore dando a Giuseppe una ricompensa. Una banconota da 20€ in segno di riconoscimento.

Giuseppe rifiuta la ricompensa

Giuseppe ha detto no alla donna, ma le ha chiesto magari di sfruttare quella banconota simbolica per comprare alberi da piantare a Terlizzi. Questo perché insieme a molte associazioni, il giovane si tiene impegnato con un progetto di agroforestazione urbana.

Non poteva dunque mancare l’encomio verbale al ragazzo da parte dell’associazione con cui opera. Per PuliAmo Terlizzi Giuseppe è tre volte eroe: la prima quando pulisce la strada, la seconda quando trova il portafogli in strada e lo restituisce, e la terza quando rifiuta la ricompensa.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!