Chiara Biasi, la frase choc sul coronavirus scoppia la bufera: “Vergogna!”

Chiara Biasi
Chiara Biasi

Chiara Biasi  contro tutti per una dichiarazione fuori luogo sulla diffusione del coronavirus

Chiara Biasi fa una dichiarazione choc sul coronavirus che davvero lascia tutti perplessi. Dopo che è stata sospesa l’attività didattica nelle scuole del territorio italiano e sono stati chiusi addirittura anche cinema e teatri, con le competizioni sportive a porte chiuse e c’è tutta l’Italia in fermento per l’epidemia, l’influencer è uscita fuori con una frase assolutamente ritenuta come vergognosa.

Infatti, ha pubblicato una fotografia di una chat privata in cui commentava gli sviluppi dell’emergenza Coronavirus. In questa chat si leggeva che praticamente lei aveva scritto che nessuna di quelli che le stavano antipatici moriva. Ha fatto una battuta sui decessi che si stanno registrando in Italia con una cosa fuori luogo, visto che sono morte per l’emergenza coronavirus 107 persone.

Una frase che ovviamente, ha scatenato tante polemiche. Molti le hanno detto di collegare il cervello sottolineando come si sia comportata molto male. Non è la prima vip né la prima influencer che ha fatto una gaffe di questo genere.

Insulti a Chiara Biasi e frase choc da Elisa De Panicis

Intanto un’altra frase molto discussa proprio sull’emergenza coronavirus insieme alla frase di Chiara Biasi è quella di Elisa De Panicis. La bella Elisa era uscita fuori da casa del Grande Fratello vip poco fa, ha detto che praticamente è felice del fatto che le persone del Nord non potessero andare al Sud, visto che nel tempo non sempre avuto da ridire nei confronti del meridione. Un’altra espressione sicuramente evitabile.

La situazione coronavirus in Italia

Mentre la situazione in Italia degenera e Chiara Bias fa delle battute sul web davvero fuori luogo, intanto è arrivato il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che ha deciso di mettere in campo tutta una serie di misure riguardanti il contagio sul territorio nazionale.

Dei provvedimenti atti a cercare di non far diffondere il coronavirus. Il numero dei contagiati intanto, aumenta a dismisura, così come quello dei morti. Soprattutto sono tante per fortuna anche le persone guarite. Secondo il commissario Angelo Borrelli che sta facendo un punto sulla situazione, nel Paese ci sono 2706 contagiati e sono morte 107 persone.

Quelle guarite sono 276 e questo dimostra che tutto sommato anche rispetto ai quasi 30 mila tamponi fatti, la situazione sta un po’ migliorando rispetto a quello che si pensava qualche giorno fa. Le regioni più a rischio sono Veneto, Emilia Romagna e Lombardia, per adesso.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!