Jonathan Kashanian svela qual è stata la sua più grande paura al GF

Jonathan Kashanian è un noto personaggio della televisione italiana. Lanciato dal Grande Fratello 5, di cui è stato il vincitore nel 2004, e concorrente all’Isola dei Famosi nel 2018, il ragazzo israeliano ha conquistato tutti con i suoi modi di fare gentili.

Proprio nelle ultime ore, però, il ragazzo si è confessato davanti alle telecamere di Detto Fatto e ha parlato di una paura che lo accompagnava, nel 2004, durante l’ingresso al Grande Fratello. Di cosa si trattava? Vediamolo!

Jonathan Kashanian e la paura di essere sè stesso

È proprio in occasione della SuperClassifica a Detto Fatto che Jonathan Kashanian parla della più grande paura che l’ha accompagnato ai tempi dell’ingresso al Grande Fratello. Si tratta della paura di essere sè stesso perché consapevole di essere leggermente “diverso” e poter dare adito, solo per questo, a giudizi e pregiudizi.

Gli altri, secondo il ragazzo, ci giudicano forse un po’ troppo in fretta dandoci per scontati semplicemente per come appariamo. Scavare sino in fondo non è una cosa che fanno in tanti. Jonathan Kashanian ha così parlato del suo primo ingresso all’interno della casa più spiata d’Italia. Ha confessato di averlo preparato nei minimi dettagli proprio per cercare di evitare di essere giudicato.

Le parole di Jonathan che parlano al cuore

Le parole che il giovane Jonathan Kashanian ha utilizzato per descrivere le sue emozioni al Grande Fratello parlano davvero al cuore di chi non si sofferma alle apparenze. “Per non essere giudicato, ho camminato con le mani nelle tasche” ha esordito. “Non ho portato le valigie che avrei voluto portare con tutti i miei vestiti”, ha proseguito e non lo ha fatto, ovviamente, perché la sua eccentricità avrebbe dato il via a numerosi pregiudizi nei suoi riguardi.

Alla fine, però, arriva sempre la consapevolezza di quale sia la cosa giusta da fare. Infatti Jonathan prosegue “Dopo due settimane, ho pensato che il pubblico avrebbe dovuto amarmi per come sono davvero”, nulla di più vero in queste affermazioni. Da allora il ragazzo non ha avuto paura di essere sè stesso ed ha fatto bene dal momento che il 38% degli italiani lo ha voluto vincitore del GF 5.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!
Patrizia Maimone: Appassionata di scrittura, webwriter con esperienza decennale, sono convinta che le parole sono al centro del mondo. Come diceva Alessandro Baricco, "Scrivere è una forma sofisticata di silenzio".