Emergenza Coronavirus, dalla Campania arrivano buone notizie

Coronavirus
Coronavirus

Arrivano buone notizie

Purtroppo la situazione in Italia sta peggiorando ogni minuto che passa. Se al primo posto c’è la Cina con il maggior numero di vittime e contagi, a seguire c’è il nostro stato con 366 morti e 7.375 pazienti risultati positivi. Nelle ultime ore il governo ha imposto il vincolo di evitare ogni spostamento in Lombardia e in 14 province di Veneto, Emilia Romagna e Piemonte.

La notizia ha creato un allarmismo tale da spingere molti a cercare disperatamente un modo per tornare dai propri familiari. Così facendo non rispettano le direttive date per arrestare il contagio. E’ un momento delicato per gli italiani che potrebbe terminare grazie a una scoperta di un ospedale della Campania.

‘I pazienti stanno migliorando’

Arrivano buone notizie sul Coronavirus dall’azienda ospedaliera dei Colli e l’istituto nazionale Pascale contro i tumori di Napoli. In pratica due pazienti erano in condizioni gravi, ovvero affetti da una polmonite in stadio avanzato. A entrambi è stata proposta una cura a base di Tocilizumab, un antinfiammatorio contro l’artrite reumatoide.

In un solo giorno si sono notati dei miglioramenti, soprattutto in uno dei due che presentava un quadro clinico più preoccupante. La somministrazione del Tocilizumab rappresenta una delle tante terapie sperimentali prese in considerazione, dato che non esiste ancora un vaccino. Anche l’istituto nazionale per le malattie infettive Spallanzani di Roma sta ricorrendo all’utilizzo di due farmaci specifici.

Si tratta del Lopinavir, un antivirale usato per l’infezione da Hiv, e il Remdesivir, antivirale già usato per la malattia Ebola. Sia l’uno che l’altro stanno dando una speranza a coloro che stanno facendo i conti con il Coronavirus. Per quanto riguarda il vaccino, pare che il Galilee Reasearch Istitute di Israele stia sulla buona strada per la sua creazione.

I numero dei contagi nel mondo

A New York 16 nuovi casi portano il bilancio complessivo a 105 mentre in Spagna ci sono si contano 13 morti e 589 contagi. Nelle ultime ore una moldava ha lasciato un ospedale italiano perché è risultata positiva al test ed è tornata nella sua patria con un aereo preso da Milano. Ora anche in Moldavia è stato attivato lo stato d’emergenza. La Corea del Sud conta più di 181.000 contagiati. L’Iran si è dimostrato il più impreparato ad affrontare il problema con 5.823 morti. L’intero mondo spera che questo incubo possa finire al più presto.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!