Gravissimo lutto per Luca Zingaretti, il messaggio d’addio: “Eri come un fratello…” [FOTO]

Luca Zingaretti tornerà a vestire i panni di Montalbano

Grave lutto per Luca Zingaretti

Nelle ultime ore Luca Zingaretti, ovvero colui che presta il volto a Il Commissario Montalbano è stato colpito da un grave lutto. Purtroppo è venuto a mancare un suo caro amico con il quale ha condivi dei momenti belli e brutti e che non potrà mai dimenticare.

La persona in questione si chiamava Bruno Armando e gli ha dedicato delle bellissime parole sul suo profilo Instagram. L’attore, fratello di Nicola Zingaretti che al momento è in quarantena per il Coronavirus, ha aperto il suo cuore scrivendo delle frasi davvero commoventi. Anche se il compianto Bruno non aveva un carattere molto facile, i due erano come fratelli.

Il lungo messaggio di Luca Zingaretti su Instagram

Come accennato prima, Luca Zingaretti ha voluto ricordare il suo caro amico Bruno Armando con un lungo post sul suo account Instagram. L’attore a corredo del messaggio ha postato una foto che li ritrae insieme.

Uno scatto realizzato tanti anni fa, ovvero quando stavano provando e preparando Maratona di New York che Edoardo Erba aveva scritto per noi. L’interprete de Il Commissario di Montalbano che, stando a delle indiscrezioni potrebbe lasciare lo sceneggiato starebbe, ha spiegato ai suoi follower cos’è accaduto al suo caro amico: “Stanotte Bruno se ne è andato per una serie di mali ba…rdi che l’hanno aggredito un anno fa”.

Il marito della Ranieri ha detto anche che Bruno era un uomo molto difficile ma nello stesso tempo dolcissimo. Quindi, chiunque l’abbia conosciuto non ha potuto fare a meno di amarlo per la sua pulizia, la sua integrità, per la sua lealtà, perché dentro aveva il sole che si era conquistato da solo. (Continua dopo il post)

View this post on Instagram

Con me nella foto c’è Bruno, Bruno Armando. È una foto di tanti anni fa. Stavamo provando e preparando “Maratona di New York” che Edoardo Erba aveva scritto per noi. La storia di un milanese senza paura e un romano un po’ più cagasotto che si stanno allenando per andare a fare la Maratona nella Grande Mela. Stanotte Bruno se ne è andato per una serie di mali bastardi che l’anno aggredito un anno fa. Bruno era un uomo difficile ma dolcissimo, chiunque l’abbia conosciuto nn ha potuto fare a meno di amarlo per la sua pulizia, il suo essere un giusto, la sua integrità, per il suo non amare i compromessi, per la sua lealtà, perché dentro aveva il sole che si era conquistato da solo. Bruno era mio amico, era un fratello maggiore, per certi versi un padre. Era un attore sensibile, vero, cazzuto. Mi sembra impossibile che nn ci sia più. Chi l’ha conosciuto lo piangerà per sempre ma conserverà anche, per tutta la vita, il privilegio di averlo amato. Oggi Bruno io mi sento perso, non riesco a farmene una ragione, tu mi avresti sicuramente aiutato a trovarla. Addio amico mio! #amico #brunoarmando #edoardoerba

A post shared by Luca Zingaretti (@luc_zingaretti) on

Bruno Armando era come un fratello

Ma il ricordo di Luca Zingaretti per il suo caro amico non è tornato qui. L’attore romano, salutandolo per sempre ha detto che Bruno non era solo un amico, ma era anche un fratello maggiore, per certi versi un padre. L’artista lo ricorda come un attore sensibile e vero.

Gli sembra quasi impossibile che non ci sia più. Tutti coloro che lo hanno conosciuto lo piangeranno per sempre ma conserverà anche un bellissimo ricordo. “Oggi, Bruno, io mi sento perso, non riesco a farmene una ragione, tu mi avresti sicuramente aiutato a trovarla. Addio, amico mio”, ha concluso Zingaretti.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!