Una partita che certo non passerà alla storia del calcio italiano per il divertimento, ma che allo stesso tempo vede una novità assolutamente particolare: la Supercoppa Italiana giocata in pieno inverno, addirittura a ridosso del Natale, e a Doha dunque non propriamente a due passi dalla nostra penisola. Gara giocata da Napoli e Juventus, rispettivamente vincitrici di Coppa Italia e campionato, relativamente alla stagione 2013/2014.

Il Napoli si impone ai calci di rigore dopo il 2-2 dei tempi regolamentari. Dopo 5 minuti è Carlos Tevez ad approfittare di uno svarione alquanto clamoroso di Koulibaly che lascia l’argentino libero di colpire. La partita vede così il primo tempo chiudersi con il dominio territoriale dei bianconeri, seppur i partenopei siano più vivi che mai, anche grazie ad una traversa colpita da Marek Hamsik. Nel secondo tempo è un altro Napoli: Higuain trova il pareggio sul finire della ripresa dopo una fase di netto dominio della formazione di Benitez.

Ma non finisce la gara: si va ai supplementari e Tevez rompe nuovamente gli equilibri, salvo poi dover vedere il compagno di nazionale nell’Argentina, Gonzalo Higuain, trovare nuovamente il gol del pareggio alla fine del secondo tempo supplementare. Dopo tanti rigori battuti, il Napoli ha la meglio per 8-7 ai calci di rigore, nonostante gli errori di Jorginho e Callejon e può scattare la gioia della città di Napoli che è in festa fino a tarda sera anticipando un po’ quanto succederà il 31 dicembre in occasione del Capodanno, con brindisi e fuochi d’artificio.

Un Napoli che torna vincente contro una buona Juventus, stanca e che necessita di recuperare le energie fisiche e mentali. Sotto tono Pogba e Vidal nei bianconeri, ma soprattutto Callejon nel Napoli che sembra essersi perso nelle ultime settimane e che potrebbe aver bisogno più di tutti della sosta natalizia dato il momento negativo in cui si trova e che ne influenza nettamente anche le prestazioni.