“Sono terrorizzato, al cimitero ho visto…”: Massimo Boldi, la confessione su quello che sta vivendo la Lombardia

Massimo Boldi
Massimo Boldi

Massimo Boldi terrorizzato del Coronavirus

Come gran parte degli italiani anche Massimo Boldi, nonostante la sua verve da comico non nasconde la sua grande preoccupazione per l’emergenza Coronavirus. Il noto attore milanese di recente è intervenuto telefonicamente al programma La Zanzara su Radio 24.

L’artista lombardo parlando con Giuseppe Cruciani ha detto di essere terrorizzato per quello che si sta vivendo nella sua amata Regione. La sua preoccupazione aumenta perché rientra in quella fascia d’età più a rischio. Poi la spalla destra di De Sica è tornato a menzionare la moglie morte rivelando di essersi recato al cimitero per vedere la situazione in prima persona.

La visita al cimitero per vedere la tomba della moglie

Intervenuto a La Zanzara di Giuseppe Cruciani, Massimo Boldi ha detto di essersi recato al camposanto a trovare la sua povera moglie, ma anche per fare un sopralluogo, a vedere se ci sono tutti posti occupati. Nonostante il periodo poco felice, l’attore lombardo ha cercato di sdrammatizzare ed ironizzare per evitare di cadere nel panico. Durante la sua chiamata al programma radiofonico ha anche detto di essere terrorizzato perché ha 74 anni.

Poi l’artista milanese vive nella regione più colpita dal Coronavirus, dove è partito il focolaio. Per smorzare i toni Massimo ha detto con tono scherzoso: “Appena vedo una persona sono sospettoso. Se è elegante magari puoi fare venti centimetri in più!”. Appena rientrerà l’emergenza sanitaria l’attore inizierà le riprese del film ‘Lei mi parla ancora’ del grande regista Pupi Avati.

Massimo Boldi parla di Vittorio Sgarbi

Nel corso della chiacchierata con Giuseppe Cruciani, Massimo Boldi a Radio24 ha parlato anche di Vittorio Sgarbi. Il noto comico lombardo e il critico d’arte sono dei buoni amici e ultimamente si fa chiamare papà perché nella pellicola il Parlamentare interpreterà suo figlio.

In questi giorni l’ex sindaco di Salemi ha mostrato tutte le sue perplessità sull’emergenza Coronavirus mentre l’artista milanese rimane fermo sul suo pensiero. “Ha una sua teoria che non è assurda. Io invece resto terrorizzato”, ha concluso Boldi.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!