Coronavirus, alla messa di Pasqua non ci saranno i fedeli

Papa Francesco Pasqua contro coronavirus
Pope Francis waves as he leaves at the end of his weekly general audience in St. Peter's Square at the Vatican, Wednesday, Feb. 5, 2014. A U.N. human rights committee denounced the Vatican on Wednesday for “systematically” adopting policies that allowed priests to rape and molest tens of thousands of children over decades, and urged it to open its files on the pedophiles and the bishops who concealed their crimes. (AP Photo/Alessandra Tarantino)

Il Coronavirus sta influenzando la vita di tutti. Da diversi giorni, ormai, sono in atto misure restrittive importanti in Italia (come le limitazioni sugli spostamenti). E con il passare dei giorni, e col diffondersi del virus in tutta Europa, sono diversi i Paesi che stanno seguendo l’esempio italiano. Nelle ultime ore è arrivata, poi, una conferma ufficiale dal Vaticano: tutte le celebrazioni pasquali si terranno senza la partecipazione fisica dei fedeli.

Coronavirus, la decisione della Santa Sede per i riti pasquali

Al fine di evitare ulteriori contagi da Coronavirus, il Vaticano ha comunicato che tutte le cerimonie inerenti la Santa Pasqua si svolgeranno senza la presenza di fedeli. A comunicarlo è stata direttamente la Prefettura della Casa Pontificia. Negli eventi interessati dal provvedimento rientreranno tutti i riti pasquali, dalla Domenica delle Palme alla Santa Pasqua.

Il testo del comunicato, molto breve e conciso, recita testualmente “La Prefettura della Casa Pontificia si premura comunicare che, a motivo dell’attuale emergenza sanitaria internazionale, tutte le celebrazioni liturgiche della Settimana Santa si svolgeranno senza la presenza fisica dei fedeli”.

Poi prosegue “Si informa che fino al 12 aprile p.v., le Udienze Generali del Santo Padre e le recite dell’Angelus saranno fruibili solamente in diretta streaming sul sito ufficiale di Vatican News”.

Una scelta difficile per Papa Francesco

La scelta di celebrare tutti i prossimi riti pasquali senza la presenza fisica dei fedeli è stata certamente molto difficile per Papa Francesco. È risaputo quanto tutta questa situazione lo faccia soffrire. Ne è testimonianza il fatto che ha riaperto, due giorni fa, le chiese di Roma al pubblico dopo che erano state chiuse.

Quest’anno, però, cause di forza maggiore dovute proprio alla pandemia del Coronavirus, hanno costretto ad una scelta forzata e dolorosa. Nessun fedele potrà assistere di persona alla Santa Messa pasquale e nessuno potrà partecipare ai riti previsti per la Settimana Santa.

Quest’anno saterà, quasi di certo, la Via Crucis del Colosseo (evento importantissimo per l’intera Chiesa) e non è chiaro come si svolgeranno gli altri riti. Si pensa, infatti, che anche la lavanda dei piedi di giovedì santo potrebbe saltare definitivamente.

Segui KontroKultura su Instagram, clicca QUI!