Home Italia Agguato a Boscoreale: muore giovane di 31 anni a colpi di pistola

Agguato a Boscoreale: muore giovane di 31 anni a colpi di pistola

0
Agguato a Boscoreale: muore giovane di 31 anni a colpi di pistola
carabinieri (foto d'archivio)

Un agguato a Boscoreale ha rimesso al centro dell’attenzione mediatica il paese del napoletano. Un giovane di trent’anni già noto alle forze dell’ordine ha perso la vita a colpi di pistola.

Agguato a Boscoreale: morto Antonio Rivieccio

L’agguato a Boscoreale ha avuto luogo qualche giorno, ma la giovane vittima, Antonio Rivieccio, è morto in ospedale dopo una lunga agonia. Nel cuore della notte, l’ex galeotto è stato raggiunti da alcuni colpi di pistola che l’hanno raggiunto all’inguine. Stante ai racconti dei media locali, il ragazzo, originario di Torre del Greco, era a Via Settermini quando l’hanno freddato.

Vittima muore dopo una lunga agonia

La vittima dell’agguato a Boscoreale non è morta sul colpo. I genitori li hanno infatti caricato in macchina per trasportarlo in ospedale. Giunti nel nosocomio di Boscotrecase, i medici lo hanno trovato in condizioni critiche. Per lui non c’era nulla da fare.

Ad assistere all’esecuzione del trentunenne i suoi genitori. Il ragazzo stava infatti recandosi presso la palazzina sita nel quartiere delle case popolari. Un uomo ha sparato ben sei proiettili contro Antonio, e di di questi lo hanno ferito mortalmente. Proprio nei pressi del quartiere gli inquirenti hanno trovato un casco nero, quasi sicuramente appartenente al killer.

In corso le indagini

I Carabinieri della stazione di Boscoreale e della Compagnia di Torre Annunziata stanno indagando per far luce sulla vicenda e per dare un volto all’assassino. Secondo la loro costruzione la vittima si è trascinata sull’asfalto, per evitare che le pallottole  lo prendessero in pieno.

All’interno delle palazzine interessate, gli inquirenti hanno condotto anche delle perquisizioni nelle case di alcuni pregiudicati. A soqquadro anche la casa dei genitori della vittima e quella della fidanzata. Quest’ultima è stata anche interrogata, ma non ha rivelato alcuna informazioni che possa aiutare le indagini ad un risvolto positivo.

Le indagini sono concentrate comunque con le eventuali relazioni che la vittima intratteneva con alcune famiglie criminali di Torre del Greco e Boscoreale. Stando a quanto rilevato dagli investigatori, Antonio aveva una persona fidata nella sua vita che conosceva i suoi spostamenti. Persona che potrebbe aver aiutato i killer a raggiungerlo a Piano Napoli.

ll messaggio struggente della fidanzata

La morte di Antonio ha lasciato un vuoto incolmabile nella sua famiglia, testimone dell’agguato a Boscoreale, e nella fidanzata. Quest’ultima ha lasciato l’ultimo saluto al suo Antonio con un post struggente su Facebook: “Amore mio mi hai lasciato un vuoto dentro, mi avevi promesso che mai mi avresti lasciato più sola ma a volte la vita è così, aspettami che  io verrò presto da te e insieme continueremo la nostra favola […] Ricordati, continuerò ad amarti da qui a 100 anni ancora”.